Malore in cella, detenuto di 32 anni muore nel carcere di Giarre

"E' l`ennesima tragedia che si consuma in carcere", commenta l'Osservatorio, sottolineando che le cause della morte sono ancora da chiarire: "Era gravemente malato tanto che era sottoposto ad ossigenoterapia"

Ha avuto un malore ed è morto, a 32 anni, nella sua cella del carcere di Giarre. Lo rende noto l'Osservatorio permanente sulle morti in carcere, spiegando che il giovane aveva scontato 8 anni di reclusione e sarebbe stato libero tra 5 giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' "l`ennesima tragedia che si consuma in carcere", commenta l'Osservatorio, sottolineando che le cause della morte sono ancora da chiarire: "Era gravemente malato tanto che era sottoposto ad ossigenoterapia ma, secondo le prime indiscrezioni, nella nottata l`ossigeno che lo aiutava a sopravvivere si sarebbe esaurito lasciandolo senz`aria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento