menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giarre, educazione ambientale nelle scuole comunali

Al via per il terzo anno consecutivo, il progetto di educazione ambientale rivolto non solo agli studenti della primaria e secondaria di 1° grado, ma anche a docenti e genitori

Il corso di formazione “Dusty Educational” ideato da Dusty e supportato dall’assessorato alle Politiche scolastiche del Comune di Giarre sulla corretta gestione e smaltimento dei rifiuti, ha lo scopo di formare e informare studenti, insegnanti, collaboratori scolastici e famiglie, e gettare le basi concrete per una raccolta differenziata di qualità anche negli istituti scolastici.

Febbraio: il mese free-green

Un fitto calendario che avrà avvio l’1 febbraio e che si svilupperà e concluderà nello stesso mese, vedrà impegnati gli operatori specializzati Dusty che oltre a fornire le informazioni sulla raccolta differenziata, e come riciclare ciò che consumiamo, distribuiranno anche del materiale di approfondimento. La prima scuola che vedrà l’avvio quest’anno (venerdì 1 febbraio), sarà l’istituto Trepunti, con il doppio turno di studenti della primaria (alle 9.00) e il secondo turno con gli alunni della secondaria (alle 10.30).

L’elenco delle scuole “prenotate” per questo avvio di anno: Trepunti; Rita Levi Montalcini; San Giovanni Bosco; Manzoni; Carruba; Altarello; M. Alessi; Cosentino; Sciacca; Ungaretti; Macherione e la Rodari a concludere il calendario. Le lezioni saranno tenute da operatori Dusty che di concerto con i dirigenti scolastici di Giarre, si svolgeranno sempre all’interno dell’orario scolastico (prevalentemente le prime ore).

La regola delle 3 'R' 

“Dusty Educational” - campagna etica di sensibilizzazione pensata per i più piccoli (ma estesa anche agli adulti) - nasce per spiegare dove vanno a finire i rifiuti e come proteggere l’ambiente. Negli incontri infatti, vengono approfonditi i temi del servizio di raccolta dei rifiuti differenziati, il ciclo dei rifiuti, la produzione, lo smaltimento e la possibilità che diventino risorse permettendo un notevole risparmio energetico ed economico. S’impara la fondamentale regola delle “3 R” ossia Ridurre, Riutilizzare, Riciclare: tre semplici azioni necessarie per avviare il processo di trasformazione in risorse dei rifiuti che se trattati nel modo giusto, possono diventare nuove materie prime come una bicicletta (grazie alle lattine riciclate) o un maglione in pile “nato” dalle bottiglie di plastica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento