Giarre: lavori urgenti nel presidio ospedaliero S.Isidoro, scadenza 31 gennaio 2012

L’Asp di Catania attraverso una propria nota ha comunicato al sindaco di Giarre, Teresa Sodano il cronoprogramma degli interventi manutentivi e di riqualificazione all’interno del Presidio Ospedaliero S. Isidoro di Giarre

L’Asp di Catania, attraverso una propria nota, ha comunicato al sindaco di Giarre, Teresa Sodano il cronoprogramma degli interventi manutentivi e di riqualificazione all’interno del Presidio Ospedaliero  S. Isidoro di Giarre, al fine di rendere fruibile la struttura sanitaria, eliminando ogni tipo di inconveniente.

"Tali interventi – afferma il sindaco Teresa Sodano  - fanno seguito ad un recente incontro svoltosi presso la direzione generale dell’Asp, ala presenza del Commissario Gaetano Sirna, dell’Amministrazione e della Commissione straordinaria sull’ospedale, durante il quale abbiamo sollecitato  con forza l’esecuzione dei lavori  necessari, al fine di rendere la struttura pienamente fruibile agli utenti ed in assoluta sicurezza. Con l’avvio dei cantieri – sottolinea il primo cittadino giarrese – non vi saranno più remore per l’attuazione del decreto assessoriale n.747 del 13/3/2010 con il quale si prevede la redistribuzione dei posti letto all’interno del presidio ospedaliero”.

Gli interventi di riqualificazione e adeguamento normativo sono suddivisi per fase. Più nello specifico il cronoprogramma prevede:
Fase 1 compartimentazione corridoio panoramico-ricostruzione dei plafoni interni
Fase 2  contestuale alla fase 1 – impermeabilizzazione delle coperture afferenti il corridoio 1 e 2 e il corridoio panoramico – installazione di ponteggi mobili per ripristino frontoni di facciata e installazione scossalina
Fase 3 Interdizione del corridoio 1 e ripristino plafoni
Fase 4 Interdizione corridoio 2 e ripristino plafoni
Fase 5 Impermeabilizzazione delle coperture blocco nord/nord est
Fase 6 Ripristino plafoni Geriatria e ex Ostetricia

La fase 2 verrà eseguita solo se le condizioni climatiche lo permettono. Sicchè durante le lavorazioni di cui alla fase 1 verranno realizzate  le opere provvisionali per interventi in facciata e l’inizio dei lavori stessi. Verranno garantiti i passaggi pedonali al 1° piano (area Tac) mediante idonee recinzioni di cantiere. Per quanto attiene la fase 3 e 4, risulta necessario eseguirle in due step successivi affinchè all’utenza sia garantito il passaggio tra il blocco ad est e quello ad ovest del presidio ospedaliero. Prima si porteranno a completamento i lavori di cui alla fase 3 per poi dare corso a quelli della fase 4 .  La fse 5 (impermeabilizzazioni delle coperture locali Geriatria ed ex Ostetricia) avrà seguito contestuale alla fase 2 sempre se le condizioni climatiche lo consentiranno. La fase 6 risulta funzione dello sgombero delle attività allocate nei piani. Sicchè si darà immediatamente corso non appena saranno liberati i locali (da mobilia e da personale ospedaliero). I tempi per l’esecuzione di tutti gli interventi di cui alle fasi da 1 a 6 è stimato in 60 gg lavorativi a far data dal 20 novembre 2011. La data, cosi, presunta di fine lavori è fissata per il 31 gennaio 2012.   
"L’Amministrazione comunale -  afferma il sindaco Teresa Sodanovigilerà sul rispetto del crono programma dei lavori al’interno del presidio ospedaliero".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento