rotate-mobile
Cronaca Giarre

Giarre, i progetti dell'assessorato ai Servizi sociali e il lavoro svolto

Un corposo documento a firma dell'assessore Giusi Savoca è stato inoltrato in una lunga nota stampa in cui si elencano risultati e prossimi obiettivi di un Comune in dissesto ma che ha diversi traguardi ancora da raggiungere

"Nonostante le numerose difficoltà, e non parlo solo del dissesto economico, che questa amministrazione ha ereditato, nonostante la struttura gigantesca dai compiti da assolvere e la carenza di personale è doveroso riferire a tutta la cittadinanza ciò che è stato fatto in questi sei mesi". Leo Cantarella, sindaco di Giarre, annuncia con una relazione sul lavoro svolto in questi mesi di amministrazione la relazione semestrale dell'assessorato ai Servizi sociali e del distretto socio sanitario 17. Per quest'ultimo, ci sono circa 210mila euro di fondi del Pnrr ammessi a finanziamento per la misura in "sostegno delle capacità genitoriali e prevenzione della vulnerabilità delle famiglie e dei bambini". Altri 480mila euro per "l'autonomia degli anziani non autosufficienti" e 200mila euro per il "Rafforzamento dei servizi sociali e prevenzione del fenomeno del burn out tra gli operatori sociali".

"Il finanziamento di queste tre linee di intervento è una grande occasione per tutta la nostra comunità. Si tratta di un primo fondamentale step che ci permetterà nei prossimi mesi di lavorare sulle singole progettualità, calate sulle nostre realtà territoriali per potenziare i livelli di inclusione e coesione e promuovere forme di sostegno attivo alle famiglie più vulnerabili e ai disabili", si legge nella nota diramata dall'assessorato. In attesa di ammissione ci sono invece due milioni di euro a valere sulla Missione 5 "Inclusione e Coesione", per "interventi speciali per la coesione territoriale", "Strategia nazionale per le aree interne", "Potenziamento dei servizi e delle infrastrutture sociali di comunità" finanziato dall'Unione Europea - Next GenerationEU.

È stato inoltrato finanziato un progetto da 134mila euro con cui sarà istituito un servizio di pronto intervento sociale ricolto a persone in situazione di grave deprivazione materiale o senza dimora o in condizioni di marginalità estrema. È stata poi richiesta la proroga dell'avviso 3 del 2016 del Pon Inclusione finanziato circa due milioni di euro con avvio a dicembre 2017 ed è stata chiesta la proroga al 31 dicembre 2022. Si continua a erogare i servizi previsti dal progetto Pon Inclusione, avviso 1 del 2019 finanziato con 373mila euro, iniziato da febbraio 2022.  In fase di avvio il progetto che prevede, tra l'altro, il rafforzamento dei servizi sociali. Avviato il Programma di intervento per la prevenzione dell'istituzionalizzazione, finanziato per 62mila e 500 euro.Così come in fase di avvio ci sarebbero pure i servizi per i minori disabili e per i disabili adulti con fondi Fna.

"Preciso inoltre che il servizio sociale del Comune di Giarre non ha trascurato, nonostante numerose difficoltà, il Centro Diurno per anziani e per minori - ha spiegato l'assessore Savoca - e le famiglie in difficoltà a causa della pandemia del Covid. Anche i centri estivi partiranno appena verranno emanate le linee guida - e conclude - Pur essendo un Comune in dissesto stiamo continuando a garantire alcuni servizi essenziali ai minori ,agli anziani e ai disabili in tutti i Comuni del distrettto socio sanitario". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giarre, i progetti dell'assessorato ai Servizi sociali e il lavoro svolto

CataniaToday è in caricamento