Giarre: servono altri 200 mila euro per la rimozione della cenere

Continua l'emergenza cenere per il paese di Giarre. È stata rimossa sabbia vulcanica per una spesa di 120mila euro ma ne mancano altri 200mila per completare i lavori

Cenere sulle strade di Giarre

Continua l’emergenza raccolta cenere lavica nel paese di Giarre. Purtroppo gli interventi di pulizia, costati già 120 mila euro, hanno riguardato solo una parte del territorio: il 45% dell’intero paese è stato ripulito dai residui della pioggia nera.

Ad oggi, quindi, buona parte del territorio comunale è ancora coperto dalla cenere vulcanica e nelle strade continuano ad essere depositati, giorno dopo giorno, sacchetti di detriti.
Sembra quindi necessario un nuovo intervento ed il comune ha stimato un ulteriore costo complessivo di 200 mila euro.

Gli interventi di raccolta dei sacchetti – afferma l’assessore ai Lavori pubblici, Orazio Scuderi –  continueranno nei giorni di lunedì 22 e martedì 23 agosto  prossimi,  contestualmente  il sindaco di Giarre Teresa Sodano, con apposito provvedimento, disporrà la pulizia della restante parte residua comprensiva di strade, piazze, tetti, parcheggi, aree di pertinenza ed edifici pubblici (scuole, tribunale, caserme), a completamento dei lavori intrapresi, per la quale come detto, è stata preventivata la spesa di euro 200 mila. Intendo comunque, nei prossimi giorni riferire ai cittadini - continua l'Assessore - attraverso una apposita conferenza stampa, notizie dettagliate sull’entità del fenomeno, sulla quantità della sabbia vulcanica rimossa e della cenere raccolta dai sacchetti, nonché sui lavori definitivi a completamento delle operazioni di pulizia straordinaria. In tale sede si rappresenterà la necessità di razionalizzare la raccolta della cenere confidando nella collaborazione dei cittadini, allo scopo di ottenere una pulizia ordinata e a regola d’arte”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento