Arrivano le giornate delle "adozioni a distanza e in vicinanza"

Sabato 8 e domenica 9 giugno, i volontari della Fondazione "aiutare i bambini" saranno presenti anche nel megastore Prénatal di Catania (presso le Porte di Catania) per dare l'opportunità a quanti lo desiderano di sottoscrivere un'adozione

Abbiamo sempre sentito parlare di adozioni a distanza come forma di sostegno all’infanzia in difficoltà nei Paesi più poveri. Ma ci sono molti bambini che hanno bisogno di aiuto anche in Italia. Per questo la Fondazione “aiutare i bambini”, attiva da 13 anni con interventi di accoglienza, assistenza sanitaria ed istruzione in oltre 70 Paesi, lancia le adozioni in vicinanza: un modo per sostenere i bambini che nel nostro Paese vivono in condizione di povertà e fragilità sociale.

La novità sarà proposta insieme alla più classica adozione a distanza, a quanti parteciperanno alle “Giornate delle adozioni a distanza e in vicinanza”, promosse da  “aiutare i bambini” nei giorni di sabato 8 e domenica 9 giugno. In queste date i volontari della Fondazione saranno presenti anche nel megastore Prénatal di Catania (presso C.C. Porte di Catania) per dare l’opportunità a quanti lo desiderano di sottoscrivere un’adozione. Le adozioni in vicinanza aiuteranno i bambini in difficoltà che frequentano alcuni asili nido e spazi gioco già sostenuti dalla Fondazione in Italia, trasformandosi in beni e servizi come ad esempio: buoni pasto, rette agevolate, servizi psicosociali, vestiti. Testimonial Max Pisu.

“Attraverso le adozioni a distanza – ha dichiarato Goffredo Modena, Presidente di “aiutare i bambini” – stiamo dando a più di 4.000 bambini in tutto il mondo  la possibilità di ricevere accoglienza, cibo e un’istruzione adeguata. Con l’adozione in vicinanza abbiamo deciso di fare qualcosa in più per l’Italia, sempre più sofferente a causa della crisi economica”.

“Abbiamo deciso di aprire le porte dei nostri megastore – ha dichiarato Roberto Chieppa, Group Marleting and eBusiness Director di Prénatal – a questa bella iniziativa, perché le mamme e i loro bambini sono da sempre al centro della nostra attenzione e di ogni nostra attività, soprattutto quando hanno bisogno di aiuto”.

I bambini sostenuti attraverso le adozioni in vicinanza frequentano asili nido o spazi gioco nelle città di Catania, Maddaloni (CE), Napoli, Novara, Ospitaletto (BS), Palermo, Salaparuta (TP). La quota prevista per l’attivazione di un’adozione in vicinanza è di 15 euro al mese: i donatori riceveranno informazioni, foto e notizie aggiornate sul gruppo di bambini ospitati dall’asilo nido o spazio gioco prescelto. Per l’adozione a distanza invece si può scegliere tra due formule: individuale (25 euro al mese, il donatore è abbinato ad un singolo bambino come sostenitore unico), oppure di gruppo (10 euro al mese, il donatore sostiene un gruppo di bambini).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento