menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata della solidarietà, Musumeci: "Rispettiamo limitazioni anti Covid e proteggiamo gli altri"

Il presidente della Regione Siciliana è intervenuto per chiedere a tutti i cittadini di tenere alta la guardia anche durante le festività natalizie

Il presidente della Regione Nello Musumeci in occasione della Giornata internazionale della solidarietà, istituita per celebrare la solidarietà come valore universale alla base di tutti i rapporti tra i popoli, ha ribadito la necessità di tenere alta la guardia nelle prossime settimane per quanto concerne la lotta al coronavirus.

“In un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, con sacrifici importanti chiesti a tutti i cittadini, la Giornata internazionale della solidarietà assume un significato ancora più particolare - ha detto Musumeci -. Ciascuno di noi, specialmente con l’avvicinarsi delle festività natalizie, è chiamato a essere solidale con gli altri con atti concreti, per esempio rispettando le limitazioni, stabilite dai governi nazionale e regionale per contenere il contagio da coronavirus, e le norme di sicurezza come l’uso della mascherina e il distanziamento sociale. Si tratta di un atto di solidarietà e di rispetto vero e concreto nei confronti, prima di tutto, dei nostri familiari e poi di tutti i cittadini in generale, con particolare riguardo per i soggetti più fragili come gli anziani”.

La variante Covid19 del Regno Unito

Parole che arrivano nella giornata in cui anche l'Italia ha deciso lo stop (fino al sei gennaio) ai collegamenti aerei con il Regno Unito a causa della nuova variante del Coronavirus identificata nel Paese. Lo ha annunciato in un post su Facebook il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio. "Il Regno Unito ha lanciato l'allarme su una nuova forma di Covid che sarebbe il risultato di una mutazione del virus. Come Governo - ha scritto Di Maio - abbiamo il dovere di proteggere gli italiani, per questa ragione, dopo aver avvisato il Governo inglese, con il ministero della Salute stiamo per firmare il provvedimento per sospendere i voli con la Gran Bretagna. La nostra priorità è tutelare l'Italia e i nostri connazionali". Vi sarebbe, infatti, un ceppo del Covid19 ancora più pericoloso.

Dopo alcune ore la conferma del ministro della Salute, Roberto Speranza. "Ho firmato una nuova ordinanza che blocca i voli in partenza e vieta l'ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi è transitato. Chiunque si trovi già in Italia, in provenienza da quel territorio, è tenuto a sottoporsi a tampone antigenico o molecolare contattando i dipartimenti di prevenzione. La variante del Covid, da poco scoperta a Londra, è preoccupante e dovrà essere approfondita dai nostri scienziati. Nel frattempo scegliamo la strada della massima prudenza". 

I controlli per chi arriva dall'estero

Al momento, secondo le regole in vigore dal 3 dicembre, come per gli altri Paesi anche a chi arriva dal Regno Unito è richiesto un tampone – rapido o molecolare – ma non è obbligatorio e in alternativa è possibile andare in quarantena fiduciaria. Non essendo previsto alcun monitoraggio, però, nessuno può garantire che i passeggeri rispettino quest’ultima regola.  Solo per oggi, ultimo giorno disponibile per tornare senza il vincolo della residenza, erano più di venti i voli previsti da Londra. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento