rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
L'iniziativa

Il 21 febbraio un pranzo speciale preparato dai bambini dell'Uici

L’Unione Italiana Ciechi di Catania porterà i bambini e i ragazzi dell’Unione in un ristorante catanese per cucinare e toccare con mano il cibo

Una delle attività più semplici come fare la spesa o cucinare diventa complicato se non impossibile per le persone non vedenti: in moltissimi casi, infatti, le confezioni non riportano la scritta in Braille. Capita dunque di non sapere che marca si sta acquistando o peggio ancora che cibo si sta preparando. Perché se ci si ferma al solo contatto tattile con le confezioni, nulla indica che prodotto si ha per le mani e sappiamo quanto sia importante proprio il tatto per chi non vede. Parte da qui l’iniziativa dell’Unione Italiana Ciechi di Catania che per il 21 febbraio, in occasione della Giornata Nazionale del Braille, porterà i bambini e i ragazzi dell’Unione in un ristorante catanese - Spazio 4 - per cucinare e toccare con mano il cibo. Con loro lo chef Saverio Piazza. I ragazzi e la presidente Puglisi saranno presso Spazio 4 a partire dalle 10:30. “Molti pensano che il problema sia solo la spesa - dice la presidente Rita Puglisi - ma questo è solo il primo scoglio da superare: quando siamo a casa e dobbiamo preparare, non sappiamo sempre cosa abbiamo né tantomeno se un prodotto è scaduto perché neanche la scadenza è indicata con la scrittura Braille per le persone non vedenti. Si dovrebbe dunque prendere spunto dai farmaci che riportano il nome anche in Braille e trasferire questo sistema nelle etichette degli alimenti e delle bevande. Si potrebbe pensare anche a un sistema Qrcode. Immaginiamo una mamma non vedente che deve prendersi cura del proprio figlio: come fa a sapere quale omogeneizzato scegliere o quale pastina? Si deve cambiare rotta”.

Da qui questa bella collaborazione con lo chef Piazza e con Ornella Laneri: “ringrazio Ornella e Saverio per la sensibilità e la generosità che li contraddistingue e li ringrazio anche per aver subito sposato il progetto e sarà bello poter cucinare i piatti tipici carnascialeschi vista la concomitanza con il martedì grasso da poter gustare tutto insieme proprio presso il ristorante Spazio 4”, aggiunge la presidente Puglisi.

“È per noi fondamentale condividere con il nostro piccolo contributo il percorso di UICI. Siamo fermamente convinti che solamente attraverso l’eliminazione di ogni forma di limitazione, le diversità potranno finalmente e semplicemente diventare normalità”, dichiara Ornella Laneri. Chiunque potrà partecipare a questo pranzo e con il ricavato verrà sostenuto un progetto per le attività riabilitative neonatali per tutti quei bambini di cui l’UICI di Catania si prende cura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 21 febbraio un pranzo speciale preparato dai bambini dell'Uici

CataniaToday è in caricamento