Giornata nazionale della colletta alimentare, a Catania appuntamento il 16 novembre

Si comincia domani, venerdì 16 novembre alle ore 19.00. Nell’auditorium dell’Istituto “Francesco Ventorino” di piazza S. Domenico Savio 8

Foto archivio

Sabato 24 novembre si terrà in tutta Italia la XXII edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare (GNCA), promossa dalla Fondazione Banco Alimentare. In oltre 13.000 supermercati, 145.000 volontari inviteranno a donare alimenti a lunga conservazione, che nei mesi successivi verranno distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.) che aiutano più di 1.580.000 persone bisognose in Italia, di cui quasi 140.000 bambini. In tutta la Sicilia il Banco Alimentare della Sicilia Onlus e il Banco Alimentare Sicilia Occidentale Onlus aiutano 226.780 persone attraverso le 725 strutture caritative convenzionate. Di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.

La povertà oggi in Italia è fenomeno gravissimo e in crescita, confermato anche dai dati ISTAT e dal Rapporto Caritas) e richiede forme di intervento e solidarietà immediate. In questo contesto, Banco Alimentare vuole rispondere a una esigenza elementare, quella del cibo. Facendo questo, sviluppa una importante funzione sociale e insieme educativa. Aiuta tante associazioni che aiutano le persone in difficoltà e contribuisce a creare una mentalità che - per usare le parole di Papa Francesco - si oppone alla cultura dello scarto e alla indifferenza e diffonde un’idea di società che mette al centro il valore della persona e della solidarietà. La povertà deve essere affrontata avendo davanti le persone che ne sono vittime, non può essere risolta radicalmente dalla consegna, se pure utile, di un “sussidio”. Gli operatori del Terzo Settore creano relazione con gli indigenti e le famiglie, attraverso il loro intervento specifico e questo apre cammini di inclusione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per spiegare questo e tanto altro il Banco Alimentare incontrerà volontari e siciliani in cinque eventi aperti a tutti e programmati in cinque province tra venerdì e sabato con il seguente calendario: Si comincia da Catania, domani, venerdì 16 novembre alle ore 19.00. Nell’auditorium dell’Istituto “Francesco Ventorino” di piazza S. Domenico Savio 8, presenteranno la #Colletta2018 Walter Cerreti della Comunità di Sant’Egidio, Pietro Maugeri presidente del Banco Alimentare della Sicilia onlus e Federico Bassi Responsabile nazionale #Colletta2018. Sabato 17 Novembre a PALERMO, alle ore 10.30, nella Sala Rossa del Teatro Politeama (ingresso da via Turati 2/A), Santo Giordano presidente del Banco Alimentare Sicilia Occidentale onlus introdurrà l’intervento di Giuseppe Parma, Direttore generale della Fondazione Banco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento