rotate-mobile
Cronaca Civita

Govani socialisti: stato di calamità per Catania, ma problema ormai sistemico

Solidarietà per i catanesi afflitti da piogge torrenziali che hanno causato danni enormi. La FGS regionale chiede lo stato di calamità per Catania, ma anche interventi a più livelli per un problema ormai diventato sistemico per la Sicilia tutta.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Non cessano le violente piogge nell’etneo e nella Sicilia orientale, con Catania inondata e con vite e attività messe in serio pericolo da strade divenute torrenti, iniziando già a contare vittime e dispersi. Ormai sempre più spesso, ogni anno la Sicilia è colpita da fenomeni meteorici gravissimi: succede a Palermo e nel palermitano, in numerosi paesi della Sicilia centromeridionale e anche nella parte orientale della regione. La solidarietà è sconfinata, ma è anche necessaria la valutazione di risposte politiche e amministrative che guardino al breve e al lungo periodo. “Ora è necessario un intervento a più livelli”, scrive sui suoi social il segretario regionale della FGS Carramusa, “Da un lato urge dichiarare lo stato di calamità naturale per garantire tutti gli interventi del caso e per sostenere lavoratori, studenti e pmi. Dall’altro lato urge che la regione intervenga e valuti, considerato l’aumento di frequenza di questi fenomeni negli ultimi anni, interventi seri contro i rischi di dissesto idrogeologico e sui sistemi di prevenzione e intervento nei casi di fenomeni alluvionali. Si tratta di un problema sistemico in Sicilia da risolvere in maniera seria e molto celere. Le istituzioni locali non hanno più il diritto di trincerarsi dietro l’imprevedibilità di questi fenomeni, ormai sempre più frequenti”, conclude Carramusa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Govani socialisti: stato di calamità per Catania, ma problema ormai sistemico

CataniaToday è in caricamento