Arrestate le figlie del boss Arena, riunione di famiglia in carcere

Sono state arrestate le giovani figlie del mafioso Giovanni Arena per detenzioni di droga e fucili. La famiglia per anni ha gestito lo spaccio di droga nel palazzo di cemento

Riunione di famiglia nel carcere di Catania. Il clan Arena si ritrova riunito in galera. Le ultime ad essere arrestate sono, infatti, le giovani figlie del boss Giovani Arena, Agata e Lidia, rispettivamente di 31 e 26 anni.

Le donne nascondevano un chilo e 200 grammi di marijuana, una mitraglietta con munizioni e silenziatore, un fucile calibro 12 rubato, cartucce e un giubbotto antiproiettile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ricordiamo che il mafioso Giovanni Arena è uno dei boss che per anni ha gestito lo spaccio di droga nel ''palazzo di cemento'' del quartiere Librino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento