Giovedì il ministro Giannini a Catania, i docenti siciliani preparano contestazioni

I docenti siciliani hanno intenzione di fare sentire tutto il loro disagio. Qualcuno ha già lanciato l'invito di presentarsi massicciamente al dibattito alla Villa Bellini indossando qualcosa di colore nero, in segno di "lutto della scuola"

foto I Nuovi Vespri

Il prossimo giovedì 1 settembre il ministro Giannini prenderà parte alla “Festa nazionale dell’Unità”, inaugurata ieri alla Villa Bellini a Catania. Il titolo dell'incontro, a cui parteciperanno anche Davide Faraone, Francesca Puglisi, Gianluca Scarano, ha come titolo “Costruire il futuro. Scuola, università e ricerca, le riforme che cambiano l’Italia” ed avrà inizio alle 18,30. Grande attesa per docenti e non che stanno già organizzando gruppi di contestazioni per accogliere il ministro.

I docenti siciliani hanno, infatti, intenzione di fare sentire tutto il loro disagio. Qualcuno ha già lanciato l'invito di presentarsi massicciamente al dibattito alla Villa Bellini indossando qualcosa di colore nero, in segno di "lutto della scuola": un drappo nero, un abito nero, una camicia nera.

Già ieri, infatti, durante l'inaugurazione, c'è stato un momento di contestazione da parte dei docenti contro la riforma della Buona Scuola. L’intervento del ministro Graziano Delrio, in programma ieri, è stato interrotto da slogan contro Renzi e Faraone. "Da quale sud riparte l’Italia". Alcuni docenti hanno poi mostrato cartelli con la scritta #Renzistaisereno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento