Giro d'Italia, in prefettura definito il piano per la sicurezza e la viabilità

La manifestazione, congiuntamente al secondo giro di ebike, si terrà senza pubblico. Sono state prese tutte le dovute precauzioni anti contagio al fine di disputare la corsa a tappe in maniera sicura

Si è tenuto quest'oggi, nella prefettura di Catania, una riunione del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza per vagliare le modalità di svolgimento del 103esimo giro d’Italia e del secondo giro E-bike. All’incontro, presieduto dal prefetto Sammartino, tutti i vertici delle forze dell'ordine, i vertici istituzionali e i sindaci dei Comuni ove si terrano le elezioni. Per quanto concerne il giro d'Italia la provincia etnea 
sarà interessata, in particolare, da due diverse tappe, nei giorni 5 e 6 ottobre 2020. La prima con partenza da Enna fino a Piano Provenzana, la seconda, invece, con partenza da Catania fino a Villafranca Tirrena.

La riunione è stata preceduta da specifici incontri operativi anche del comitato operativo viabilità durante il quale sono stati puntualmente esaminati gli interventi attuati sulle strade interessate dal percorso e le iniziative per assicurare il migliore flusso viabile. L’organizzazione R.C.S sport ha predisposto un piano di safety che prevede anche l’osservanza delle misure governative per la prevenzione ed il contenimento del contagio da Covid-19. Il predetto piano è stato sottoposto al vaglio dei competenti organi sanitari. Nell’occasione è stato ribadito che dovranno essere osservate le misure governative anti- contagio e che, in osservanza di tali misure, la manifestazione si svolgerà in assenza di  pubblico. In tale ottica gli organizzatori predisporranno adeguate misure tecnico- organizzative e opportune iniziative di informazione.

Inoltre è stata assicurata la collaborazione degli enti e delle istituzioni interessati al fine di garantire il contemperamento delle esigenze legate allo svolgimento della gara con l’esercizio del diritto di voto dei cittadini dei Comuni sede di elezioni amministrative. Sono state quindi delineate le migliori soluzioni per garantire il regolare svolgimento del Giro, e per ridurre i possibili disagi per la circolazione e per gli utenti. È stato predisposto dal Comune di Catania un apposito piano di viabilità che tenga conto di eventuali percorsi alternativi per assicurare l’espletamento delle ordinarie attività da parte della generalità dei cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la prima tappa di arrivo a Piano Provenzana, al precipuo scopo di garantire la sicurezza anche nell’ottica del rispetto delle misure governative anti-Covid, la Città Metropolitana si è impegnata a valutare, d’intesa con i Comuni interessati, l’adozione di un provvedimento di interdizione al transito da parte dei camper in tempo utile per garantire la libera percorribilità delle zone impegnate dall’arrivo. In tale occasione, sarà comunque assicurato il transito dei mezzi per raggiungere gli esercizi commerciali, di ristorazione e ricettivi con obbligo di rientro da parte degli utenti. Per quanto concerne, invece, la partenza dal Capoluogo, l’area circostante verrà interdetta con apposite transennature e verranno effettuati adeguati controlli in ingresso e in uscita dalle zone della manifestazione, tali da consentire l’accesso solo ai soggetti accreditati e autorizzati, muniti di dispositivi di protezione individuale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento