rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

“Gita fuori porta” per un pluripregiudicato che doveva invece trovarsi ai domiciliari: fermato

Continuano i controlli antiterrorismo disposti dal Questore di Catania. Numerosi i posti di blocco predisposti che hanno permesso di controllare 266 veicoli e 65 persone e di contestare 26 infrazioni alle norme del Codice della strada

Continuano i controlli antiterrorismo disposti dal Questore di Catania. Durante uno dei posti di blocco, i poliziotti nel pomeriggio di ieri hanno fermato e controllato il pluripregiudicato Volo Francesco, catanese residente in provincia di Siracusa il quale, alla vista degli agenti ha immediatamente mostrato evidenti degni di nervosismo.

Tanta agitazione, si scoprirà dopo, era dovuta al fatto che l’uomo era sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare e che, quindi, anziché in auto, in quel momento avrebbe dovuto trovarsi ristretto all’interno della propria abitazione.

Inevitabilmente, sono scattate la manette ai polsi dell'uomo che ha concluso la sua “gita fuori porta” presso le camere di sicurezza della Questura, dove attende il giudizio di convalida.

Anche il pregiudicato catanese A.A. è caduto nelle maglie della rete tesa dai poliziotti: per lui era in attesa di esecuzione un provvedimento di sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno. Intanto, il posto di blocco ha continuato la sua attività di “filtraggio” che ha permesso di controllare 266 veicoli e 65 persone e di contestare 26 infrazioni alle norme del Codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Gita fuori porta” per un pluripregiudicato che doveva invece trovarsi ai domiciliari: fermato

CataniaToday è in caricamento