Cronaca Biancavilla

Strangolata dal suo foulard: muore giovane ragazza originaria di Biancavilla

Giulia Grasso, all'ultimo giorno di vacanza nell'Egeo e poche ore prima della partenza da Mykonos, Grecia, ha noleggiato un quad, una grossa moto a quattro ruote, per raggiungere il versante opposto dell'isola. Dopo il terribile incidente e la conseguente morte. Giovedì previsti i funerali a Catania

Muore a 22 anni strangolata mentre si trova a Mykonos, Grecia. Si tratta di Giulia Grasso, ragazza originaria di Biancavilla, da tempo si era trasferita a Fuorigrotta (Napoli) con i suoi genitori e studiava lettere classiche. Il suo foulard si è impigliato in una ruota del mezzo, un quad, uccidendola sul colpo. Mercoledì la sua salma rientrerà a Biancavilla. Giovedì dovrebbero svolgersi i funerali nella basilica Maria Santissima dell’Elemosina a Catania.

L'incidente è accaduto sabato. Secondo la ricostruzione della polizia locale - riportata da Massimo Cirillo, imprenditore di Torre del Greco per anni, corrispondente consolare in Grecia – la ragazza, all’ultimo giorno di vacanza nell’Egeo e poche ore prima della partenza, ha noleggiato un quad, una grossa moto a quattro ruote, per raggiungere il versante opposto dell’isola rispetto a dove i ragazzi soggiornavano.

La tragedia si è verificata lungo il percorso: Giulia Grasso viaggiava nella parte posteriore del mezzo e indossava una lunga sciarpa, che successivamente si è impigliata negli ingranaggi del mezzo. Diagnosticata dai medici la rottura dell’osso del collo: vano ogni tentativo di soccorso.

Lo zio della ragazza non riesce intanto a darsi pace. Così risponde al Mattino di Napoli «Chiaramente noi non c'eravamo quando è successo, ma è chiaro che pensiamo che l'agenzia che ha affittato il mezzo abbia delle responsabilità e che non siano stati rispettati i criteri di sicurezza di base. Attiveremo tutte le procedure per capirne di più, una ragazza di vent'anni non può andarsene in un incidente così banale».

«Non voglio puntare il dito contro nessuno - ha concluso - ma credo che un pareo non sarebbe potuto rimanere incastrato se fosse stato garantito dall'agenzia il margine di sicurezza del veicolo».

Sulla sepoltura aggiunge: "Spero che la salma possa partire da Atene mercoledì pomeriggio per poi arrivare mercoledì sera all'aeroporto di Catania. Anche se mia nipote è di Napoli mia sorella è di Catania e la tomba di famiglia è a Biancavilla».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strangolata dal suo foulard: muore giovane ragazza originaria di Biancavilla

CataniaToday è in caricamento