Donati gli organi del 14enne Giuseppe Cunsolo: era stato investito a Librino

È morto a Catania, all'ospedale Garibaldi, il ragazzo di 13 anni che il 28 gennaio scorso venne investito da un pirata della strada nel quartiere di Librino. Donati gli organi del ragazzo

È morto a Catania, all'ospedale Garibaldi, il ragazzo di 13 anni, Giuseppe Cunsolo, che il 28 gennaio scorso era stato investito da un pirata della strada nel quartiere di Librino. Il ragazzo era ricoverato in coma a causa delle gravi lesioni encefaliche.

Le lesioni al cervello non erano trattabili chirurgicamente e, pertanto, l'equipe dei rianimatori guidata dal dott. Sergio Pintaudi, aveva da subito instaurato una terapia medica per combattere l'edema cerebrale e sostenere le funzioni vitali.

Martedì mattina, però, il cervello di Giuseppe ha smesso di funzionare. Gli organi del tredicenne sono stati espiantati da una equipe del reparto di rianimazione dell'ospedale grazie ad una collaborazione tra la struttura sanitaria e la magistratura che ha fatto sì che entrambi i genitori potessero dare il loro assenso al prelievo, nonostante il padre sia detenuto nel carcere dell'Ucciardone, a Palermo. La madre si era subito dichiarata disponibile alla donazione chiedendo di poter esprimere la propria volontà insieme con il marito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento