L'ultimo abbraccio a Peppe Musumeci, tra autorità e gente comune

Attorno al dolore della famiglia e del padre, Nello Musumeci, si è stretto tutto il mondo politico. Presenti al funerale leader e rappresentati dei vari partiti. Persino la pioggia si è unita al dolore dei familiari: anche il cielo piange

Catania abbraccia per l'ultima volta il giovane Giuseppe Musumeci. Attorno al dolore della famiglia e del padre, Nello Musumeci, si è stretto tutto il mondo politico. Presenti al funerale, tenutosi stamattina presso la chiesa di Sant'Antonio in Viale Mario Rapisardi, leader e rappresentati dei vari partiti.

Rosario Crocetta, presidente della regione, il leader de "La Destra", Francesco Storace, il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli. Ma non solo. Anche Giuseppe Berretta, Giancarlo Cancellieri, capogruppo all'assemblea regionale siciliana del M5S, Manlio Messina, consigliere uscente del Pdl, Concetta Raia, deputato regionale e Angelo Villari, segretario generale della Cgil.

Questi e tanti altri nomi illustri. Tutti presenti e uniti per ricordare il figlio del deputato regionale Nello Musumeci. Un uomo, Giuseppe, 31 anni, voluto bene da tantissime persone, le stesse che oggi hanno riempito la chiesa di Sant'Antonio di Padova. Una folla immensa, infatti, ha seguito l'omelia di padre Alfio Spampinato.

CORDOGLIO DEL MONDO POLITICO

"Siamo qui per ricordare una persona buona, non soltanto per un dovere di Stato" ha precisato il sacerdore nel corso dell'omelia. "La vita terrena di Giuseppe è solo un primo tempo, adesso attende il secondo, quello più importante" ha concluso.

Subito dopo, finito il funerale, anche la pioggia si è unita al dolore dei familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento