menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli addobbi floreali del Fercolo di Sant'Agata: il racconto di chi lo fa da 51 anni

Nino Giuffrida è uno storico fiorista catanese e da oltre 50 anni si occupa di colorare il Fercolo di Sant'Agata con i fiori. 1500 garofani rosa e bianchi sistemati minuziosamente. Abbiamo assistito a questa pratica in esclusiva

Un rituale che si consuma il 3 febbraio nel primo pomeriggio. Fiore dopo fiore vengono sistemati centinaia di garofani per addobbare il Fercolo di Sant'Agata. Questo lavoro da oltre cinquant'anni viene fatto dal signor Nino Giuffrida che pazientemente sistema i fiori. 

GUARDA L'INTERVISTA E LE IMMAGINI DEL FERCOLO

Un'opera artigiana quella di Giuffrida che ci racconta: "Visto il maltempo degli ultimi mesi ho dovuto accudire i garofani cercando di farli crescere al caldo in modo da poterli portare ad una dimensione consona all'utilizzo e di conseguenza avere uno spettacolo per gli occhi". Infatti con l'ondata di freddo, specie nel nord Italia, come a Sanremo dove vengono coltivati i garofani, non è stato facile mettere insieme le migliaia di fiori che occorrono per l'addobbo floreale del Fercolo". 

La vita di Giuffrida si intreccia con Sant'Agata in molti episodi, uno su tutti quando era di leva nell'esercito e fu richiamato a Catania per addobbare il Fercolo, era il 1968 e Catania aveva bisogno di lui. 

I catanesi e i turisti potranno ammirare la santa patrona circondata da fiori e dal calore di un'intera città. Poi Giuffrida scherza sul proseguo del delicato compito: "Il prossimo anno se mi vorrano io sono qui".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Sostituzione infissi: come ottenere lo sconto in fattura

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento