Gli operai del Comune al lavoro per pulire le caditoie

Su 4000 caditoie si interverrà con Canaljet, una speciale apparecchiatura che dà la possibilità di rompere con un potente getto d'acqua le incrostazioni che si formano

Undici lavoratori della Eurospin di cui 9 iscritti alla Filcams Cgil di Catania, sono stati trasferiti dalle sedi di Riposto e Giarre a quelle di Catania e secondo il sindacato l'operazione non è stata dettata da reali esigenze organizzative.

Per il segretario generale della Filcams, Davide Foti, si tratterrebbe di "indicazioni punitive e discriminatorie". "Assistiamo a iniziative e politiche aziendali che vengono attuate ai danni di lavoratori che fanno rispettare i propri diritti sanciti dal contratto nazionale del lavoro del Terziario. - spiega Foti- Questi trasferimenti ci appaiono come una vera e propria "epurazione", che cerca di smantellare un nucleo di iscritti per dare precisi segnali. Abbiamo incontrato l'azienda qualche giorno fa, ma non sono riusciti a spiegarci come mai vengano trasferiti gli 11 lavoratori da Giarre e Riposto verso Catania, e trasferendone alcuni da Catania verso i posti lasciati scoperti. Non abbiamo riscontrato ragioni tecniche organizzative. La Filcams Cgil ha già avviato i percorsi istituzionali richiesti in questi casi e si riserva di intraprendere quelli legali a tutela non soltanto dei lavoratori, ma anche del diritto di espressione e libertà di associazione sindacale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento