menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Glucosio-farmaco nei laboratori, esposto in Procura del Codacons

"Nel foglietto illustrativo del Glucosio-farmaco è riportato che esso dev’essere somministrato sotto stretto controllo medico ma il personale parasanitario lo somministra senza prescrizione", spiega il Codacons

"Il diabete interessa in Italia almeno 2 milioni di persone ed è tra le malattie metaboliche più diffuse al mondo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) prevede che entro il 2025 il numero dei malati potrebbe raddoppiare e pertanto attira l’interesse dell’industria farmaceutica". Questo l'allarme dell'associazione dei consumatori Codacons che, in un comunicato stampa, aggiunge:  

"L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS-WHO) e gli Standard italiani per la cura del diabete mellito 2016 redatti dall’AMD (Associazione Medici Diabetologi) e dalla SID (Società Italiana di Diabetologia) raccomandano di effettuare la prova da carico di glucosio (OGTT), che si prescrive per la diagnosi di diabete, sciogliendo 75 grammi di glucosio in polvere in 200 ml di acqua. Sennonché, tre ditte farmaceutiche, per mero scopo di lucro, si sono fatti autorizzare dall’ Agenzia Italiana del Farmaco (A.I.F.A.) uno sciroppo di glucosio pronto all’uso per OGTT il quale, essendo in soluzione acquosa, necessita di aggiunta di paraidrossibenzoati con funzione antibatterica che sono potenzialmente pericolosi perché, come si legge nel foglietto illustrativo, “possono causare reazioni allergiche (anche ritardate) e … broncospasmo come dimostra la stessa A.I.F.A. nel cui archivio sono riportate segnalazioni di reazioni avverse di orticaria e prurito tipiche del metile paraidrossibenzoato e del propile paraidrossibenzoato".

"Tuttavia - continua l'associazione - il Ministero della Salute, contravvenendo alle le linee guida internazionali con la circolare prot. 0032516-P-18/04/2014 oggettivata: “Impiego per finalità diagnostiche (test da carico di glucosio) di prodotti posti in commercio come alimenti” al posto del semplice glucosio sciolto in acqua ha imposto l’uso obbligatorio dello sciroppo contenente eccipienti pericolosi. Inoltre, atteso ché nel foglietto illustrativo del GLUCOSIO-FARMACO è riportato che esso dev’ essere somministrato sotto stretto controllo medico il personale parasanitario che lo somministra senza prescrizione ed in assenza del medico potrebbe rispondere del reato di esercizio abusivo della professione medica e dell’eventuale reazione allergica grave avvenuta peraltro senza informare il cittadino della potenziale pericolosità dello sciroppo a base di glucosio".

"Tra l’altro il Decreto assessorile 3 ottobre 2005 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n° 48 dell’11 novembre 2005 ed il recente decreto pubblicato sul S.O. alla GURS n° 56 del 23.12.2016 stabiliscono di usare per l’OGTT semplice glucosio sciolto in acqua. Pertanto, il CODACONS, a tutela della salute pubblica ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Catania, all’ Autorità Nazionale Anticorruzione ed alla Corte dei Conti, perché vengano avviate le opportune indagini, al fine di accertare eventuali speculazioni ed i conseguenti profili di danno erariale. Il Codacons - concludono -  chiede l’intervento chiarificatore del neo Ministro della Salute, Giulia Grillo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento