Goletta Verde, quattro i punti monitorati in provincia di Catania

A fronte di quella che sta diventando una vera e propria emergenza Legambiente presenterà degli esposti nei confronti dei casi cronici come quello di Augusta e alla foce dell'Alcantara

Su 26 punti monitorati lungo le coste siciliane dall'equipe tecnica di Goletta Verde, la campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all'informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, 22 presentano cariche batteriche elevate. I dati sono stati resi noti stamane a Catania dal presidente di Legambiente nazionale Stefano Ciafani, dal presidente di Legambiente Sicilia Gianfranco Zanna e dal portavoce di Goletta Verde Mattia Lolli.

Quattro i punti monitorati in provincia di Catania, di cui tre fortemente inquinati, rispettivamente allo sbocco dello scarico fognario inizio Lungomare Galatea, alla Foce Torrente Macchia, in località Sant'Anna, e alla Foce del Fiume Alcantara, e uno entro i limiti, allo sbocco del canale Forcile in Contrada Pontano d'Arci. 

"Anche quest'anno - ha detto Ciafani - la fotografia scattata da Goletta Verde ci restituisce un'istantanea drammatica per molte aree della costa siciliana. Parliamo non a caso di malati cronici, situazioni critiche che segnaliamo da anni, ma per le quali evidentemente poco o nulla è stato fatto".

"Per questo - ha aggiunto - Legambiente quest'anno affiancherà alla denuncia pubblica sullo stato delle acque anche un'azione giuridica, presentando nuovi esposti alle autorità competenti per chiedere di verificare le cause di queste criticità e denunciare i responsabili secondo le nuove norme previste dalla legge sugli ecoreati". "Lo ribadiamo da tempo, ma purtroppo non troviamo riscontri: in Sicilia - ha detto Zanna - il problema della depurazione rimane drammatico, anzi è peggiorato rispetto allo scorso anno. Ecco perché, agli esposti già presentati l'anno scorso dopo il passaggio di Goletta Verde abbiamo deciso di aggiungerne altri relativamente alla vergognosa situazione di Augusta, del tratto di costa Bagheria Santa Flavia e di quelli da Carini a Trappeto, oltre che rispetto ai casi cronici di Mazara del Vallo, Trapani e Castelvetrano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento