Goletta verde 2017, mare catanese: il tratto più inquinato è Aci Castello

Il mare della Playa è risultato inquinato entro i limiti previsti per legge. Bandiera nera invece per Calatabiano ed Aci Castello

Sono pessimi i risultati raccolti da Goletta Verde sullo stato del mare catanese per l'anno 2017. Il monitoraggio realizzato da Legambiente nella provincia etnea si è concentrato in particolare in tre aree: alla Playa, nella spiaggia libera a destra dell'Acquapark, ad Aci Castello, sullo sbocco dello scarico fognario del lungomare Galatea e a Calatabiano, al confine tra Catania e Messina, alla foce del fiume Alcantara.

ECCO DOVE NON FARE IL BAGNO A CATANIA

Il tratto di mare più inquinato in città è risultato ancora una volta, confermando i dati dell'anno precendente,  Aci Castello. Legambiente infatti lo ha inserito nella categoria "fortemente inquinato", registrando così un livello di enterococchi intestinali ed escherichia coli superiori ai limiti consentiti dal ministero della salute. Stesso pessimo risultato per il mare di Calatabiano, in località San Marco, dove ancora una volta sventola la bandiera nera."Entro i limiti" invece è la classificazione attribuita alle acque della Playa, dove seppur sia stato registrato un alto livello di inquinamento del mare, pare non sussistano pericoli per la salute dei bagnanti.

LE METODOLOGIE USATE DA LEGAMBIENTE

Come ogni anno le analisi di Goletta Verde si concentrano alla foce dei fiumi,dei torrenti e lì dove si trovano gli scarichi fognari, per capire se le acque nere finiscano in qualche modo in mare. Pare quindi che a Catania e provincia, ancora una volta i sistemi di depurazione non siano sufficienti a rendere il nostro mare balneabile e non pericoloso. Batteri come escherichia coli ed enterococchi intestinali sono un segnale eloquente della presenza di scarichi fognari proprio in alcuni punti delle coste etnee.

LA FOTOGRAFIA DEL MARE SICILIANO

Le analisi di Legambiente sono state realizzate in Sicilia tra il 4 e l'8 luglio 2017. Venticinque i prelievi realizzati da Goletta Verde sull'intera isola, Eolie, Pelagie ed Egadi escluse. E l'immagine che ne viene fuori non è di certo incoraggiante. "Entro i limiti" è risultato il livello d'inquinamento del mare di Giardini Naxos, meta molto amata e frequentata dai catanesi. Lo stesso vale per la spiaggia nei pressi di piazza delle Ancore a Barcellona Pozzo di Gotto, per la spiaggia di Porto Emepocle, di Scicli, di Selinute e di Realmonte. Il resto dei tratti di mare sotto la lente d'ingrandimento di biologi e studiosi sono risultati tutti inquinati e fortemente inquinati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento