Gravina, consultazioni on line per i progetti di bilancio partecipato

"Siamo tra i primi Comuni ad aver avviato l'iter amministrativo – ha commentato il sindaco Massimiliano Giammusso"

Una novità significativa contraddistingue quest'anno la modalità di selezione delle proposte del bilancio partecipato: i progetti, finanziati con il 2% dei trasferimenti regionali, saranno scelti dai cittadini gravinesi attraverso una consultazione online. "Siamo tra i primi Comuni ad aver avviato l'iter amministrativo – ha commentato il sindaco Massimiliano Giammusso durante la seduta pubblica di presentazione delle proposte – e soprattutto siamo tra i primi ad aver aggiornato il regolamento per favorire ancora una più ampia partecipazione dei cittadini nel segno della trasparenza". Alla seduta pubblica, convocata dal presidente del Consiglio comunale Claudio Nicolosi erano presenti il vicesindaco Rosario Condorelli, gli assessori Patrizia Costa, Franco Licciardello, Alfio Cannavò, Salvo Santonocito e i funzionari del Comune Massimo Urso e Ornella Castellani che, insieme al personale e al responsabile del II servizio Giuseppe Disma, hanno curato le fasi istruttorie della procedura.

Le proposte che hanno superato in prima istanza il vaglio degli uffici comunali per la fattibilità e che sono stati ammessi alla consultazione pubblica sono: Progetto di “avviamento allo sport” presentato in aula da Mario Sanginisi in rappresentanza della Asd Junior Catania, rivolto alle scuole elementari; la ristrutturazione del Gazebo del parco San Paolo, presentato dall'associazione di volontariato Quartiere San Paolo, illustrato da Santa Roggio e Alessandro Bifera; il progetto per la riqualificazione di “Piazza Madonna di Pompei” nel quartiere San Paolo presentato da Pasquale Castelli; la proposta “Lo sport a tutte le età” presentata da Antonio Proietti Scorzoni, rappresentante legale della Asd Proietti Tennis Team; Il progetto sul randagismo “Il rifugio degli amici veri” della Anta Onlus presentato in aula da Maria Miceli; la rappresentante dell'A.d. Amatori scacchi Catania, Annamaria Barta ha proposto dei “Corsi di scacchi per principianti e per giocatori di categoria; L'associazione “Il mondo che vorrei” nella persona della rappresentante legale Pasqualina Di Grazia ha presentato il progetto “Anziani meno soli”; Agata Marletta ha proposto l'installazione di tre “Panchine letterarie nei parchi cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

Torna su
CataniaToday è in caricamento