Furti in abitazione e incendio doloso a Gravina, scoperto gruppo criminale: 8 arresti

L’attività di indagine, condotta dai carabinieri di Gravina di Catania dal marzo 2017 al maggio 2017 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Catania, trae origine da un episodio di incendio doloso del cancello di ingresso di un cantiere edile

Su richiesta della Procura della Repubblica di Catania, alle prime ore del mattino circa 100 militari del comando provinciale dei darabinieri di Catania, supportati dai reparti specializzati (compagnia di intervento operativo del XII Battaglione “Sicilia”, nuclei cinofili ed elicotteri), hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Catania, nei confronti di 8 persone indagate per i reati di associazione a delinquere finalizzata ai furti in abitazione e di incendio doloso.

I nomi degli arrestati

L’attività di indagine, condotta dai carabinieri di Gravina di Catania dal marzo 2017 al maggio 2017 e coordinata dalla Procura della Repubblica di Catania, trae origine da un episodio di incendio doloso del cancello di ingresso di un cantiere edile sempre a Gravina. Le attività tecniche e dinamiche condotte dai carabinieri hanno consentito di accertare la costituzione di una associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie numerosa di furti in abitazione, e di furti aggravati in genere, di delinearne la specificità dei ruoli di ciascun indagato, ripetuti per ogni singolo episodio delittuoso.

Era ben definito chi dovesse procurare gli obiettivi dove commettere il furto, chi avesse le funzioni di “vedetta”, chi fosse addetto al noleggio dei mezzi e coloro i quali compiessero materialmente il furto.

Dalle indagini è emersa chiaramente la similitudine delle condotte delittuose, compiute mediante l’uso reiterato dei veicoli e dei furgoni noleggiati al fine di trasportare la refurtiva, per nascondere la quale venivano utilizzati sempre gli stessi luoghi.

E' stata, inoltre, accertata la ripartizione dei proventi dei furti, e della vendita della refurtiva tra gli indagati. "L’esecuzione dell’ordinanza ha comportato un intervento massivo sull’ area di Gravina di Catania e zone limitrofe, Comuni in cui la criminalità trae un cospicuo sostentamento economico dall’attività legata ai furti in abitazione", dichiarano i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento