rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Gravina di Catania

Gravina, il Comune contro Dusty per ripetuti disservizi: "Se non onererà l'appalto sanzioneremo la ditta"

Una lunga nota del Comune spiega i motivi di quella che pare proprio una diffida ad adempiere, sebbene non formalizzata, almeno per il momento. Il sindaco Massimiliano Giammusso e l'assessore all'Ecologia Enzo Santoro puntano il dito contro l'azienda: "Numerose le segnalazioni dei cittadini"

L'amministrazione comunale di Gravina di Catania richiama Dusty srl al pieno rispetto del capitolato d'appalto del servizio di raccolta dei rifiuti urbani e al completamento dei servizi ecologici accessori di spazzamento, diserbo, pulizia stradale, delle caditoie e al potenziamento del servizio relativo al numero verde. Il sindaco Massimiliano Giammusso e l'assessore all'ecologia Enzo Santoro, a seguito delle ripetute segnalazioni degli ultimi mesi, hanno proceduto attraverso il responsabile del servizio Raimondo Santonocito nominato direttore dell'esecuzione del contratto, alla contestazione e nei casi di mancato omesso successivo adempimento, alla sanzione prevista dal contratto d'appalto nei confronti della ditta appaltatrice del servizio di raccolta, trasporto e conferimento dei rifiuti solidi urbani, a cui sono contemporaneamente affidati i servizi ecologici accessori relativi allo spazzamento, al diserbo, alla pulizia delle strade e delle caditoie comunali, proprio per disservizi relativi a queste ultime attività, reiterati in particolare dallo scorso mese di maggio 2022.

"Le contestazioni, trasmesse anche alla Società di regolamentazione del settore rifiuti Srr Catania Metropolitana, sono state purtroppo effettuate a seguito di ripetuti controlli sul territorio operati proprio dal settimo Servizio insieme al locale comando di polizia municipale - ha detto il sindaco Massimiliano Giammusso - -, sono state rilevate omesse operazioni di spazzamento in diverse zone del territorio, così come il mancato completamento delle operazioni di diserbo sul territorio, l'omesso lavaggio delle strade e delle piazze previsto dal capitolato, così come il ritardo nella pulizia ordinaria delle caditoie e dei tombini comunali".

Nonostante i risultati ottenuti in collaborazione con Dusty sulla raccolta differenziata, lievitata dal 21 per cento del mese di insediamento dell'attuale amministrazione comunale (giugno 2018) alle percentuali attuali intorno al 65 per cento, grazie alle misure straordinarie insieme predisposte e ai controlli puntuali, compresa l'efficace lotta alle microdiscariche anche con la videosorveglianza, l'amministrazione ha dovuto contestare negli ultimi mesi anche disservizi relativi alla raccolta della frazione organica prevista tutti i giorni di servizio, tra le misure che hanno certamente contribuito all'aumento della percentuale, in quanto gli operatori di zona spesso non sono riusciti a completare i giri assegnati relativi alla seconda tipologia di raccolta, oltre quella prevista da calendario (plastica, vetro, carta e cartone, residuo secco), tra l'altro non consentendo di raggiungere la percentuale del 70 per cento che l'amministrazione comunale ha individuato come obiettivo ormai prossimo - prosegue il sindaco di Gravina di Catania - Evidente anche l'omesso spazzamento manuale da parte degli stessi operatori di zona, carente soprattutto in alcune aree, in merito al quale all'amministrazione comunale ad oggi non risultano provvedimenti presi dall'azienda per garantire la prestazione di questo servizio.

"L'amministrazione comunale - ha continuato Massimiliano Giammusso - non si è però limitata alle contestazioni e alle sanzioni, proponendo all'azienda, sulla base dell'osservazione del servizio svolto, tra le altre, di ripristinare l'utilizzo dei mezzi con doppia vasca per facilitare e velocizzare il lavoro di raccolta degli operatori di zona, e consentire quindi di dedicare anche una porzione della giornata lavorativa allo spazzamento manuale della zona di competenza, nonché di predisporre un piano di ordinanze di divieto di sosta settimanale delle varie arterie comunali per agevolare lo spazzamento manuale e meccanico, non ricevendo però fino a oggi riscontro in merito. Non completato appare ancora il servizio di lavaggio strade e piazze e di pulizia delle caditoie di smaltimento delle acque piovane, in merito al quale è stato chiesto un cronoprogramma di completamento lavori non ancora ricevuto".

Ulteriori segnalazioni hanno riguardato il cattivo funzionamento del numero verde, utilizzato anche per il servizio ritiro ingombranti, per il quale si è chiesto il potenziamento con l'impiego di ulteriori operatori. Non si può inoltre evitare di esprimere forte rammarico per l’episodio verificatosi giovedì 6 ottobre 2022. A fronte di una assemblea sindacale, di due ore, proclamata dai lavoratori Dusty, i disservizi che ne sono conseguiti sulla raccolta differenziata sono apparsi sproporzionati e smisurati. "Chiediamo quindi a Dusty, - ha concluso il sindaco Giammusso - che ha tra l'altro comunicato di considerare illegittima questa assemblea sindacale, di acquisire il verbale della detta assemblea, al fine di conoscere anche noi i motivi e la gravità delle doglianze degli operatori, a fronte di un così grande disservizio procurato, e, qualora si confermasse l'illegittimità di tale assemblea, quali provvedimenti in merito intende adottare, al fine di valutare anche nostre eventuali ulteriori azioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina, il Comune contro Dusty per ripetuti disservizi: "Se non onererà l'appalto sanzioneremo la ditta"

CataniaToday è in caricamento