Gravina di Catania: arrestati due rapinatori di ville grazie a un cittadino

Non è passata una settimana dall'episodio che lo scorso 14 settembre ha visto l'occupante di una villetta di Gravina di Catania vittima di una rapina, che già si stava ripetendo, con medesime modalità, lo stesso scenario

Non è passata una settimana dall’episodio che lo scorso 14 settembre ha visto l’occupante di una villetta di Gravina di Catania vittima di una rapina, che già ieri sera si stava ripetendo con evidenti, medesime modalità, lo stesso scenario. Nella serata di sabato 14 settembre, infatti, nella via Madonna di Fatima di Gravina, si era verificato un episodio abbastanza preoccupante che aveva visto due persone introdursi all’interno di un’abitazione allo scopo di perpetrare una rapina in danno degli occupanti. Nella circostanza, i malfattori, dopo aver malmenato il proprietario di casa ed averlo rapinato, lo avevano rinchiuso all’interno del bagno di casa per guadagnarsi la fuga. Il malcapitato era riuscito a liberarsi solo dopo alcune ore, grazie all’intervento di alcuni vicini che avevano udito le grida di aiuto.

A seguito di quest’episodio, con il timore che qualcuno avesse intenzione di emulare la banda che nel 2011 era diventata tristemente famosa per aver commesso varie rapine in villa con la presenza dei proprietari all’interno, i Carabinieri della Compagnia di Gravina di Catania negli ultimi giorni hanno predisposto vari servizi diurni e notturni di perlustrazione, sia con auto con colori d’istituto, sia con auto civetta per verificare che non si ripetessero simili crimini. Ieri pomeriggio, purtroppo, i presentimenti hanno avuto la conferma e il triste evento  si è reiterato per una persona anziana, 88enne, che ha visto la sua abitazione violata da due malviventi.

Anche in questa circostanza, per fortuna, l’iniziativa ed il coraggio di alcuni abitanti del quartiere hanno evitato che l’evento potesse avere tristi conseguenze. Nei fatti, un’anonima telefonata giunta alla Centrale Operativa segnalava uno scooter con due persone a bordo che si aggiravano con fare sospetto nei pressi di Via  Carrubbella. La tempestiva segnalazione alle pattuglie che già erano in zona ha consentito un intervento rapido ed efficace dei Carabinieri che giunti nella strada indicata hanno subito notato lo scooter di un criminale dagli stessi ben conosciuto parcheggiato in maniera defilata.

I militari si sono quindi diretti in maniera circospetta verso l’abitazione accanto e giunti nei pressi della porta d’ingresso hanno udito la voce di una persona anziana che in preda al panico supplicava qualcuno di andare via e di non farle del male.

I Carabinieri hanno quindi cinturato l’immobile per precludere qualsiasi via di fuga ai delinquenti che accortisi di essere scoperti si sono barricati all’interno dell’abitazione. I militari hanno fatto allora irruzione nello stabile attraverso una finestra rimasta aperta e giunti nell’abitazione hanno dovuto scovare i due rapinatori che nel frattempo avevano trovato rifugio in uno sgabuzzino nascosto. Ne è seguita una breve colluttazione per un ultimo, estremo tentativo di fuga che si è concluso con l’arresto dei due malviventi.

Perquisiti, i due soggetti sono stati trovati in possesso di due coltelli a scatto, utilizzati per minacciare l’anziano signore durante le fasi della rapina. La vittima del reato, vista l’avanzata età e le percosse subite, è stato accompagnato in ospedale ove, per fortuna, tranne un grosso spavento e qualche livido, non gli è stato riscontrato nulla di grave. La somma di 220 euro, provento della rapina, è stata immediatamente restituita al legittimo proprietario. I due arrestati sono stati rinchiusi presso la Casa Circondariale di Catania Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Sono in corso ulteriori indagini da parte degli investigatori per verificare se i due possano essere i responsabili anche di altre rapine perpetrate nel territorio limitrofo.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento