Distretto socio sanitario: riunito a Gravina il comitato dei sindaci

Il Comitat vede proprio il Comune di Gravina come ente capofila e comprende Mascalucia, Pedara, Nicolosi, Tremestieri Etneo, Valverde, Viagrande, Camporotondo Etneo, San Giovanni La Punta, San Gregorio, Nicolosi, San Pietro Clarenza e Sant'Agata Li Battiati

Si è riunito ieri (4 settembre 2018) nella Sala Consiliare “Peppino Impastato” il Comitato dei sindaci del distretto socio-sanitario 19 che vede proprio il Comune di Gravina di Catania quale Ente capofila e che comprende i comuni di Mascalucia, Pedara, Nicolosi, Tremestieri Etneo, Valverde, Viagrande, Camporotondo Etneo, San Giovanni La Punta, San Gregorio, Nicolosi, San Pietro Clarenza e Sant'Agata Li Battiati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'ordine del giorno c'erano la firma dell'accordo programmatico e la nomina del presidente e del vicepresidente: "Il nostro Comune ospita la sede del distretto – ha commentato il sindaco Massimiliano Giammusso – a presiedere il Comitato sarà il sindaco di San Gregorio Carmelo Corsaro. L'elezione per acclamazione ha riservato inoltre a me la carica di vicepresidente. Il Comitato lavorerà per garantire massima efficienza e realizzare interventi a sostegno dell'integrazione dei servizi socio sanitari in tutto il nostro territorio. Un ringraziamento per il lavoro svolto va inoltre al sindaco di Camporotondo Etneo Filippo Privitera che ha ricoperto il ruolo prima di me, nonché al direttore del distretto dott. Carmelo Sambataro e la dott. Giusi Scalia dell'Ufficio Piano. Il nostro distretto comprende ben 13 comuni e rappresenta il luogo principale per l'attuazione dell'integrazione e della programmazione sociale e socio sanitaria – ha continuato – e il piano di zona costituisce lo strumento ordinario attraverso il quale governare il processo di costante adeguamento del sistema delle risposte istituzionali alle esigenze e ai problemi dei singoli, delle famiglie, a gruppi particolari e a specifiche fasce della popolazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento