Gruppo Fortè, la proprietà incontra i sindacati: revocato lo sciopero

U.S.I. e SINALP Sicilia hanno incontrato Antonino Pulvirenti e l'amministratore della Società Meridi srl Carmelo Sapienza

Le organizzazioni sindacali autonome U.S.I. e SINALP Sicilia hanno incontrato la proprietà del Gruppo FORTE', Sig. Antonino Pulvirenti e l'amministratore della Società Meridi srl Carmelo Sapienza. La delegazione del SINALP Sicilia era composta dal suo segretario regionale Andrea Monteleone, e dalle RSA elette Filippo Nicolosi e Sergio Perugia, mentre la delegazione dell'U.S.I. era composta dal segretario provinciale Palermo Rosario Vizzini e dall'RSA eletta Giuseppe Mercurio.

Dopo il giorno di sciopero indetto da USI e SINALP le parti sono finalmente riuscite a coordinare un incontro sindacale per cercare di raggiungere un equo accordo. I rappresentanti sindacali hanno elencato alla società tutte le criticità riscontrate nella gestione dell'azienda evidenziando lo sconforto che in questi mesi si era ampliato a dismisura tra tutti i dipendenti, causato anche per una mancata comunicazione tra dirigenza e lavoratori. Il Sig. Pulvirenti dopo aver ascoltato le dichiarazioni di Sinalp ed Usi, ha chiesto ulteriori chiarimenti alla sua dirigenza aziendale e si è avviato un costruttivo confronto su quanto evidenziato. La disponibilità dimostrata dalla Proprietà a dialogare, ha permesso di dissipare le iniziali diffidenze tra le parti in campo e finalmente si è avviata una trattativa franca che dopo un bel pò di ore ha permesso di raggiungere un importantissimo accorto per il futuro dei lavoratori e della stessa azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Sig. Pulvirenti ha chiarito le motivazioni tecnico/contabili che avevano causato dei ritardi nell'erogazione degli stipendi e che l'amministrazione dell'azienda, documentazione alla mano, si era già attivata ad apportare le dovute correzioni per eliminarne gli impedimenti. I sindacati, preso atto della reale ed oggettiva causa che aveva bloccato l'erogazione degli emolumenti ai dipendenti e che non persiste alcuno stato di crisi aziendale, hanno concordato nel verbale di conciliazione sottoscritto dalle parti un concreto piano di rientro affinchè i lavoratori possano riacquistare quella serenità mentale e psicologica essenziale alla buona crescita professionale degli stessi e dell'azienda Meridi srl. Anche in merito alle problematiche tecniche, come il piano orario di lavoro e l'uso dello straordinario si è raggiunto l'impegno ad un ulteriore approfondimento, entro il mese di settembre, affinchè diventi strumento di crescita aziendale. Le organizzazioni di categoria hanno chiesto anche di conoscere il Piano Aziendale, per il futuro della rete Fortè, ed anche in questa occasione la proprietà ha illustrato le strategie messe in campo che prevedono un importante potenziamento della struttura adeguandola alle nuove tendenze e strategie di marketing della grande distribuzione. Grazie agli esaustivi chiarimenti espressi dalla proprietà, le sigle sindacali, hanno revocato lo sciopero previsto per sabato con la certezza che sono stati appianati tutti i dubbi ed incomprensioni che si erano stratificati nel tempo tra i lavoratori e l'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Incidente autonomo in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento