Guardia Costiera: conclusa l’operazione “All Fish”

Si è conclusa l'operazione "ALL FISH" della Guardia Costiera, che ha impegnato la scorsa settimana i militari delle Capitanerie di Porto della Sicilia orientale nei controlli lungo la filiera commerciale dei prodotti ittici

Si è conclusa l’operazione “ALL FISH” della Guardia Costiera, che ha impegnato la scorsa settimana i militari delle Capitanerie di Porto della Sicilia orientale nei controlli lungo la filiera commerciale dei prodotti ittici.

L’operazione, infatti, coordinata dal Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima etnea, ha coinvolto personale e mezzi delle Capitanerie di Porto di Messina, Augusta, Siracusa, Pozzallo e Milazzo, nonché degli Uffici Circondariali Marittimi di Lipari, Sant’Agata di Militello e Riposto.
Gli ispettori hanno eseguito, in tre giorni, in mare ed a terra, quasi 500 controlli di cui 150 finalizzati alla verifica di specifiche normative in materia di pesca del “tonno rosso” ed utilizzo di “reti derivanti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I tredici mezzi navali impiegati hanno percorso oltre 500 miglia.
Questi i risultati complessivi dell’operazione :
- 33 illeciti amministrativi rilevati e contestati, di cui 18 in materia di tracciabilità dei prodotti ittici;
- 1268 chilogrammi di “tonno rosso” sequestrato, perché sprovvisto dei documenti che ne certificano la provenienza;
- 45 chilogrammi di prodotto ittico sequestrato per violazione alle norme sulla tracciabilità;
- 3 notizie di reato, di cui 2 per violazione di norme in materia di sicurezza della navigazione;
- 3 sequestri penali, di cui 2 per l'utilizzo di attrezzi da pesca non consentiti, 1 per la cattura di prodotto ittico allo stato giovanile (pesce spada);

Sono stati sequestrati, infine, 5 attrezzi da pesca, 12 palangari per complessivi 3500 ami, 1 attrezzatura da sub.

La finalità dell’operazione, oltre alla tutela delle risorse ittiche e delle specie protette, è quella di salvaguardare i consumatori da possibili frodi, garantendo la corretta informazione prevista dalle norme comunitarie e nazionali. Per tali attività, gli Ispettori della Guardia Costiera operano su precise direttive del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, nell’ambito del quale è attivo il Reparto Pesca Marittima del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento