Imponevano guardiania nelle campagne di Misterbianco, arrestati 2 fratelli

Il proprietario di un agrumeto in Contrada Bovara aveva dichiarato un anno fa di essere stato avvicinato da uno degli indagati che pretendeva di ricevere il pagamento per una sorta di servizio di “vigilanza” non richiesto

I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato due fratelli di 61 e 63 anni per tentata estorsione in concorso. Il proprietario di un agrumeto in Contrada Bovara aveva dichiarato un anno fa di essere stato avvicinato da uno degli indagati che pretendeva di ricevere il pagamento per una sorta di servizio di “vigilanza” offerto a protezione del fondo agricolo di sua proprietà. Rifiutandosi di pagare subì una serie di danneggiamenti, furti e atti di vandalismo mai verificatisi in passato. Gli investigatori hanno osservato e documentato come gli arrestati di fatto svolgessero illegalmente il servizio di guardiania in Contrada Bovara e nelle zone limitrofe di Misterbianco.

Anche altri proprietari terrieri, infatti, hanno dichiarato di essere stati costretti dagli indagati a pagare il servizio di “protezione” dedicato alle loro proprietà. I militari hanno provveduto a sequestrare anche un fucile da caccia ed un revolver 357 magnum detenuti regolarmente da uno degli indagati, ma rinvenuti in un luogo diverso da quello previsto nell’autorizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento