Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Guardie giurate sui bus Amt, Parisi: "Perchè reclutarle da una ditta privata?"

L'amministrazione comunale si prepara a intensificare i controlli sui mezzi di trasporto pubblici della città. I classici controllori saranno affiancati dalle guardie giurate. Il consigliere comunale Vincenzo Parisi chiede che il nuovo personale venga reclutato da "Sostare o altre municipalizzate cittadine"

L'amministrazione comunale si prepara a intensificare i controlli sui mezzi di trasporto pubblici della città. Le misure di contrasto contro i "portoghesi", coloro che usufruiscono del servizio senza pagare alcun biglietto, saranno rafforzate dalla presenza di guardie giurate che affiancheranno i tradizionali controllori dell'Amt. Il consigliere comunale Vincenzo Parisi, il quale ha accolto favorevolmente il rafforzamento di tutte quelle iniziative che permetteranno quantomeno di limitare la piaga degli evasori all’interno dei mezzi pubblici, solleva invece un quesito riguardo alla scelta del presidente Amt Lungaro di "utilizzare guardie giurate di una ditta privata". E avanza una proposta alternativa.

"L’azienda ha già sbrigato tutte le procedure del caso e portato a termine il bando di gara previsto - aggiunge Parisi - Visto che tra l’Amt e la Sostare esiste da tempo una forte sinergia perché allora non impiegare il personale in esubero di quest’ultima come supporto per i controllori delle linee del servizio pubblico? Si tratterebbe di una soluzione a costo zero e che comporterebbe, come nel caso delle guardie giurate provenienti dalla ditta privata, solo di formarle attraverso corsi specifici. Questa proposta che il sottoscritto Vincenzo Parisi, presidente della commissione comunale al Bilancio, lancia al Sindaco Bianco ed ai vertici dell’Amt, potrebbe prevedere l’impiego pure del personale proveniente dalle altre municipalizzate cittadine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guardie giurate sui bus Amt, Parisi: "Perchè reclutarle da una ditta privata?"

CataniaToday è in caricamento