Ha l'obbligo di firma, va in commissariato e poi a svaligiare case

Grazie alla sua corporatura esile e minuta riusciva ad arrampicarsi e a fare irruzione nelle abitazioni. Preso nuovamente un topo d'appartamento

E' stato sventato il furto in un appartamento del centro storico dalle volanti. A colpire, ancora una volta, è stato Mario Santini, di 21 anni, un volto già conosciuto dalle forze dell'ordine: appena due giorni prima era stato arrestato dopo un altro furto commesso con modus operandi identico, ma poi rimesso in libertà con obbligo di firma.

Esile e veloce, Santini, si è arrampicato attraverso le grondaie sino a zompare dentro l’immobile attraverso una finestra lasciata aperta. Gli ignari inquilini, che continuavano a dormire indisturbati grazie al passo felpato del malvivente hanno scoperto solo dopo di essere stati vittime di furto.

Il topo d'appartamento è stato catturato da una pattuglia che ha sorpreso l’uomo conosciuto dai poliziotti, con ancora in mano la refurtiva, ovvero una borsa da donna con all’interno effetti personali, denaro e i documenti della coppia che successivamente ha denunciato l’accaduto.
Tratto in arresto, in data odierna sarà sottoposto al rito per direttissima, nel corso del quale si valuterà l’ennesima reiterazione del reato e della pericolosità sociale dell'uomo che sta causando un vero e proprio allarme sociale tra i residenti del centro storico.


Secondo la ricostruzione scrupolosa dei reati perpetrati nella giornata di ieri sul territorio catanese e l’attività investigativa compiuta, pare che il Santini poco dopo aver adempiuto all’obbligo di firma presso il commissariato, nel pomeriggio di ieri abbia commesso un altro furto all’interno di un B&B del centro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento