Humanitas, accolto il ricorso: altro duro colpo per l'assessore Borsellino

La terza sezione del Tar di Palermo ha accolto il ricorso della società di alta specializzazione "Humanitas" nei confronti della Regione Sicilia e, in particolare, dell'assessorato alla Sanità.La questione era sorta quando, nel 2013, la Borsellino aveva revocato un decreto con il quale dava via libera all'ampliamento della casa di cura etnea

Ancora nell'occhio del ciclone l'assessorato alla Sanità della Regione Sicilia. Dopo il "caso Nicole" che ha portato una bella "strigliata" all'assessore Borsellino con annunciate e mai "adempiute" dimissioni della stessa, arriva un'altra batosta. Questa volta dalla terza sezione del Tar di Palermo che ha accolto il ricorso della società di alta specializzazione "Humanitas" nei confronti della Regione Sicilia e, in particolare, dell'assessorato alla Sanità.

La questione era sorta quando, nel 2013, la Borsellino aveva revocato un decreto con il quale si dava via libera all'ampliamento della casa di cura etnea. Il tutto ad un mese dall'accordo sottoscritto tra Borsellino e i vertici della struttura. Secondo il Tar, l'accordo in questione era da considerarsi vincolante e, pertanto, andava rispettato.

L'Humanitas, infatti, aveva deciso di investire 105 milioni di euro (immobili e tecnologie diagnostico-terapeutiche) per la realizzazione di un nuovo Centro nel comune di Misterbianco al fine di dare una risposta ancora più significativa alla domanda di salute dei cittadini siciliani e diventare un punto di riferimento anche per l’area del Mediterraneo per le patologie oncologiche e neurologiche con percorsi clinici, diagnostici e terapeutici integrati. Da parte della Regione, prima il sostegno e poi la "beffa".

Adesso, i giudici amministrativi hanno "bocciato" il governo Crocetta. Nella sentenza, infatti, si legge: "Era chiara la previsione dell'impegno a convertire 70 posti letto da rapporto libero professionale ad accreditati e con la conseguente spesa a carico dell'Amministrazione regionale. L'accordo siglato tra l'Assessore regionale della salute e la società Humanitas il 5 settembre 2013 era vincolante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento