I controlli della squadra mobile durante le festività: un arresto per spaccio

La polizia ha intensificato la sorveglianza controllando 56 persone sottoposte agli arresti domiciliari e 7 persone sottoposte alla misura di prevenzione

Durante le trascorse festività pasquali, su disposizione del questore  Alberto Francini, la polizia  ha intensificato l’attività di prevenzione generale e controllo del territorio, nonché di vigilanza a soggetti sottoposti agli arresti domiciliari, misure di sicurezza e/o di prevenzione.

Nello specifico la Squadra Mobile ha effettuato mirati servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, in particolare di quelli predatori (scippi e furti), anche in relazione alla massiccia affluenza di turisti nelle zone del centro storico cittadino. Sono stati impiegati 9 equipaggi, che, con l’ausilio di un equipaggio del commissariato centrale, hanno, inoltre effettuato servizi di controllo di persone sottoposte alla detenzione domiciliare ed a misure di prevenzione personali, controllando 56 persone sottoposte agli arresti domiciliari e 7 persone sottoposte alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale. Nell’ambito dei citati servizi, finalizzati al contrasto dello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti, personale della Squadra Mobile ha arrestato il pregiudicato Luca Indelicato, (del 1985), ritenuto responsabile del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Al predetto, controllato nel rione di San Cristoforo, ad esito di perquisizione, sono stati rinvenuti e sequestrati n.7 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo cocaina del peso complessivo di grammi 6 circa, n.1 involucro contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana del peso complessivo di 1 grammo circa e una somma di denaro. Espletate le formalità di rito, Indelicato è stato dichiarato in stato di arresto e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento