I controlli si spostano nei lidi balneari e nelle discoteche: sanzioni anche per "buttafuori"

Controlli finalizzati a frenare l'abusivismo commerciale ed accertare il rispetto delle norme che disciplinano gli esercizi pubblici, in particolare per le discoteche in materia di sicurezza e quiete pubblica. Sanzioni per Marè, Mama Sea e Bellatrix

Controlli predisposti dal Questore di Catania finalizzati a frenare l’abusivismo commerciale ed accertare il rispetto delle norme che disciplinano gli esercizi pubblici. Nel mirino sono finite, in particolare, le discoteche e i lidi balneari, così come si legge nella nota della Questura. 

LIDI BALNEARI
Sono stati controllati 13 stabilimenti balneari di cui 5 contravvenzionati e precisamente:
- “Spiaggia libera nr. 2” sita in questo V.le Kennedy, il responsabile è stato contravvenzionato perché non ha provveduto a munirsi di licenza per il noleggio al pubblico di ombrelloni e lettini sdraio.
-“Lido the king Vacans” sito in via Pagaro snc; il responsabile è stato contravvenzionato perchè ha attivato lo stabilimento balneare, senza essere in possesso dell’autorizzazione sanitaria (D.I.A.).  
-“Lido Las Vegas” sito in C.da Vaccarizzo snc; il responsabile è stato contravvenzionato perchè ha attivato lo stabilimento balneare, senza essere in possesso della prescritta autorizzazione comunale (S.C.I.A.).  
-“Lido Nettuno” sito in V.le Kennedy nr. 39, il responsabile è stato contravvenzionato perchè ha attivato lo stabilimento balneare, senza essere in possesso della prescritta autorizzazione comunale (S.C.I.A.).
“Lido la Battigia” sito in V.le R. di Lauria nr. 2; il responsabile è stato contravvenzionato perchè non esponeva la licenza ed il tariffario dei prezzi riguardante la somministrazione.    
 
Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di Euro 3612,73.
 
DISCOTECHE
Sono state controllate, inoltre, 4 discoteche di cui 3 contravvenzionate:
 
- “Marè”  sita in via A. Da Messina nr. 46/48 del comune di Aci Castello, il responsabile è stato contravvenzionato perché ha attivato l’esercizio pubblico di discoteca, senza essere in possesso della prescritta autorizzazione di Polizia, nonché sono stati deferiti all’A.G. competente, in concorso tra di loro, il titolare ed il responsabile temporaneo ai sensi dell’art. 80 Tulps in relazione all’art. 681 c.p., perchè avevano violato le prescrizioni imposte dalla commissione sui pubblici spettacoli.
“ Mama Sea”  sita in via A. Da Messina nr. 30 del comune di Aci Castello, la responsabile è stata contravvenzionata perché ha attivato l’esercizio pubblico di discoteca, senza essere in possesso della prescritta autorizzazione di Polizia,  nonché sono stati deferiti all’A.G. competente, in concorso tra di loro, la titolare e la responsabile temporanea ai sensi dell’art. 80 Tulps in relazione all’art. 681 c.p., in quanto avevano violato le prescrizioni imposte dalla commissione sui pubblici spettacoli.
“Bellatrix” sito in questa via Aci Castello nr. 40, il responsabile è stato contravvenzionato perché ha attivato l’esercizio pubblico di discoteca, senza essere in possesso della prescritta autorizzazione di Polizia, ed è stato deferito all’A.G. competente ai sensi dell’art. 80 Tulps in relazione all’art. 681 c.p., in quanto l’esercizio era privo del parere della commissione sui pubblici spettacoli.  
 
Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di Euro 1.549,35 e 5 persone sono state deferite all’A.G.
 
ADDETTI AI SERVIZI DI CONTROLLO (c.d. Buttafuori)
Sono stati controllati, altresì, 9 addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo di cui 2 contravvenzionati, in quanto privi dell’iscrizione all’albo prefettizio e 1 contravvenzionato in quanto privo del prescritto tesserino e documento di riconoscimento.
Sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di Euro 4.998,00 ed una persona è stata deferita all’A.G. in quanto, titolare di licenza ai sensi dell’art. 134 Tulps, ne violava le prescrizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento