rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

I disagi per la fornitura d’acqua, Sidra: "Presto ritorno alla normalità"

I disagi per la fornitura d’acqua con turnazioni in alcune zone della città volgono ormai al termine

I disagi per la fornitura d’acqua con turnazioni in alcune zone della città volgono ormai al termine. "Il fornitore privato ha ufficialmente comunicato la disponibilità a dare corso all’obbligazione della fornitura d’acqua. Le turnazioni, che tanto disagio hanno procurato ma non per colpa o responsabilità della Sidra, saranno ancora necessarie prima di un totale ritorno alla normalità". E' quanto si legge nella nota della Sidra.

"Per quanto riguarda le lettere e le segnalazioni di protesta pervenute in questi giorni con cui si reclama mancanza d’acqua da parte di più utenti alcuni dei quali diffidandoci anche di adire le vie legali, la Sidra nel sottolineare il dispiacere per il disagio arrecato all’utenza tutta causato - si legge nella nota - dell’interruzione di un fornitore privato d’acqua all’ingrosso, è stata ed è costretta ad effettuare diverse e programmate turnazioni, e ciò al fine di mantenerne il servizio. Turnazioni che, come abbiamo già detto, sono ancora necessarie prima di un totale e ormai prossimo ritorno alla normalità Sidra, inoltre, rileva di aver avanzato alle Autorità amministrative competenti precipua istanza di requisizione del pozzo privato e fino a ieri stupiva che non erano stati adottati e/o ritenuti adottabili i relativi provvedimenti che avrebbero consentito e consentirebbero l’erogazione costante dell’acqua, bene essenziale per la collettività catanese".

"Sidra rende, altresì, edotta la cittadinanza che sta procedendo ad intraprendere tutte le azioni legali ritenute necessarie da poter esperire dinanzi l’Autorità giudiziaria competente a tutela degli interessi della società ed, ancor di più, del servizio pubblico essenziale qual’ è il servizio idrico", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I disagi per la fornitura d’acqua, Sidra: "Presto ritorno alla normalità"

CataniaToday è in caricamento