Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

I legali delle famiglie sopravvissute al crollo di via Castromarino: "Atti illegittimi"

I provvedimenti del sindaco di Catania "sono illegittimi e tecnicamente ineseguibili e perchè non tengono in debito conto ne' i contenziosi ancora pendenti ne' le concrete esigenze dei propri assistiti"

I provvedimenti del sindaco di Catania "sono illegittimi e tecnicamente ineseguibili e perchè non tengono in debito conto ne' i contenziosi ancora pendenti ne' le concrete esigenze dei propri assistiti". Lo affermano i legali dei delle famiglie sopravvissute al noto crollo del palazzo di Via Castromarino avvenuto la notte del 20 gennaio 2020. I penalisti ne chiedono "la revoca entro 48 ore gli anzidetti" e annunciano che "in mancanza adiranno l'Autorita' amministrativa competente" e preannunciando che le "vittime del disastro hanno intenzione di organizzare sit-in giornalieri dinanzi Palazzo degli Elefanti finche' non otterranno l'attenzione che meritano". E' quanto affermano, in una nota congiunta, gli avvocati . Giuseppe Lipera, Alberto Ranno, Ivan Ficicchia, Francesca Garigliano, Giovanni Ingrasci', Graziella Coco e Patrizia Mirabella. Al centro del documento "la determina del 7/5/2021 del sindaco che ha autorizzato il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Gestione Governativa Ferrovia CircumEtnea ad eseguire la 'messa in sicurezza' dell'edificio mediante 'il ripristino della configurazione strutturale dei muri crollati, con la ricostruzione dei muri danneggiati e degli impalcati coinvolti dal collasso'", e ciò, sostengono i penalisti, "senza mai coinvolgere i proprietari delle abitazioni distrutte". Gli avvocati contestano anche "l'ultima ordinanza sindacale del 12/5/2021" con la quale e' stato "ordinato ai 'disastrati' di presentare al Comune 'un progetto di restauro e/o risanamento' - a proprie spese - entro 30 giorni dal collaudo dei predetti lavori 'di messa in sicurezza' a carico del ministero". I legali hanno parlato di "totale mancanza di trasparenza adottata dal Comune nell'emanazione dei predetti provvedimenti, dato che - come confermato dalle vittime del crollo - nessun tavolo tecnico indetto dalle Autorita' Locali ha visto la partecipazione delle parti private".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I legali delle famiglie sopravvissute al crollo di via Castromarino: "Atti illegittimi"

CataniaToday è in caricamento