Idrocarburi nell’acqua: divieto per uso potabile ad Adrano, Bronte, Belpasso e Mascalucia

Nei Comuni interessati sono scattate tutte le misure cautelative da parte delle amministrazioni per la tutela della salute pubblica. Ad Adrano, Bronte, Belpasso e Mascalucia, i sindaci hanno emesso ordinanze che vietano l'utilizzo dell'acqua del rubinetto per uso potabile fino a nuova comunicazione

Tracce di idrocarburi nell’acqua potabile dell’hinterland catanese. E scatta l'allarme. A causa di un guasto, già riparato, a una pompa idraulica gestita dall’Acoset nel pozzo di Ciapparazzo, sono stati infatti rilevati elementi di idrocarburi nell’acqua potabile.

Con un comunicato l'azienda ha cercato di tranquillizzare i residenti dei comuni di Aci Sant’Antonio, Adrano, Belpasso, Biancavilla, Bronte, Camporotondo etneo, Gravina di Catania, Mascalucia, Nicolosi, Pedara, Ragalna, San Pietro Calrenza, Santa Maria di Licodia. Ma poco è servito.

 “Si comunica che si sono avute segnalazioni di possibili presenze di lievi tracce di idrocarburi nell’acqua fornita - si legge nella nota-  ai comuni alimentati dalla galleria di Ciapparazzo, a causa del guasto ad una pompa, pur immediatamente sostituita, all’interno della stessa galleria. L’Acoset è già intervenuta operando i necessari spurghi ed ha immediatamente disposto un controllo in tutti i serbatoi e nelle reti di distribuzione che alimentano i comuni indicati. L’azienda ha anche richiesto un ciclo eccezionale di analisi all’Università di Catania, in aggiunta a quelle già normalmente eseguite, per verificare la qualità e l’assoluta sanità e potabilità dell’acqua. Eventuali disservizi idrici – conclude la nota dell’Acoset – si potranno verificare in conseguenza delle attività capillari di controllo effettuate nei serbatoi e nelle reti”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto però nei Comuni interessati sono scattate tutte le misure cautelative da parte delle amministrazioni per la tutela della salute pubblica. Ad Adrano, Bronte, Belpasso e Mascalucia, i sindaci hanno emesso ordinanze che vietano l’utilizzo dell’acqua del rubinetto per uso potabile fino a nuova comunicazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento