Il campione catanese di lealtà Giorgio Torrisi ricevuto dal presidente della Camera

"Essere qui oggi mi ha fatto sentire bene, mi sono emozionato, spero un giorno di poterlo rifare. Secondo me devono essere tutti un po' più corretti", ha detto il piccolo atleta etneo

Aveva vinto, lo scorso dicembre, una  medaglia d'oro grazie a un errore dei giudici, ma il suo spirito sportivo aveva avuto la meglio, così - con un gesto "olimpico" aveva deciso di consegnarla alla seconda classificata. Protagonista di questa storia è un giovanissimo atleta, Giorgio Torrisi, 10 anni, cintura nera di karate. Per un errore nel calcolo dei punti era stato premiato come vincitore di un torneo che si è svolto al PalaCanizzaro di Acicastello, ma quando aveva scoperto di non aver realmente vinto ha scelto di consegnare la medaglia d'oro a Carlotta Bartolo, 11 anni, arrivata seconda.

E ieri il presidente della Camera, Roberto Fico, ha ospitato a Montecitorio Giorgio Torrisi, definendolo  "campione di lealtà sportiva" e "un esempio normale che diventa eccezionale". Il piccolo atleta etneo, con la sua famiglia, ha chiacchierato con il presidente Fico e al termine dell'incontro ha detto:  "Essere qui oggi mi ha fatto sentire bene, mi sono emozionato, spero un giorno di poterlo rifare. Secondo me devono essere tutti un po' più corretti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento