Il comune di Catania celebra l'8 marzo: ecco gli appuntamenti

Una campagna di sensibilizzazione sui temi della parità di genere, attraverso l’istituzione in via sperimentale dei centri di ascolto in due quartieri dove è alta la presenza di etnie migranti, quali la prima e la terza circoscrizione di Catania

Una campagna di sensibilizzazione sui temi della parità di genere, attraverso l’istituzione in via sperimentale dei centri di ascolto in due quartieri dove è alta la presenza di etnie migranti, quali la prima e la terza circoscrizione di Catania, un “tavolo” con parti datoriali per stipulare accordi per l’erogazione di servizi alle aziende per migliorare le condizioni del lavoro femminile, per esempio la nascita di scuole d’infanzia comunale nelle aziende della zona industriale. 

Sono questi alcuni dei punti che sanciscono la rete di collaborazione tra l'Amministrazione comunale , con l’appoggio del Consiglio comunale, e le organizzazioni sindacali per sviluppare iniziative che attivino un circolo virtuoso che coinvolga tutti nella rimozione di discriminazioni, nella realizzazione delle pari opportunità con il fine di prevenire ogni forma di discriminazione e metta in cantiere una serie di azioni per il raggiungimento di obiettivi concreti. 

E’ stato il sindaco Enzo Bianco a siglare il protocollo d’intesa, con i coordinamenti donna delle organizzazioni sindacali di CGIL, Cisl, Uil e Ugl che lo hanno fortemente caldeggiato, alla presenza della presidente del Consiglio Comunale Francesca Raciti, degli assessori alle Pari Opportunità e Scuola Valentina Scialfa, dei Servizi Sociali Angelo Villari, che lo hanno proposto all’Amministrazione. 

Erano presenti anche la consulente del sindaco Federica Quattrocchi e in rappresentanza delle organizzazioni sindacali: per la Cisl Cristina Squillaci, per la Uil Simona Sanfilippo, per la Cgil Margherita Patti e Angela Battista, per l’Ugl Flavia Parisi. “Un tavolo di coordinamento - ha precisato l’assessore Scialfa – per mettere donne a disposizione di altre donne per azioni di tutela a 360 gradi”. 

La firma di oggi è soltanto il passo iniziale che porterà, di volta in volta e con le collaborazioni tra i vari assessorati e le presenze sul territorio, ad azioni favorevoli e utili alla donna. “La firma di oggi- ha detto il sindaco Bianco – ha un doppio registro, insieme al valore simbolico in ricordo dell’8 marzo, indica la direzione su cui intende operare l’Amministrazione con iniziative concrete. Pensiamo, dopo aver ripritinato il servizio di asilo nido che era stato cancellato, alla riproposizione del progetto “tempi e orari della città” già attuato nel passato e anche all’assistenza pre e post scuola che venne molto utile alle donne costrette a lasciare i figli a scuole per correre immediatamente al lavoro”. 

Tra i punti prioritari ci sono infatti anche l’istituzione di un piano di formazione permanente che argini i fenomeni discriminatori e di violenza e la realizzazione di azioni positive per la conciliazioni di tempi di vita e lavoro delle donne lavoratrici. Il protocollo prevede di sviluppare accordi territoriali e di confronto con le confederazioni datoriali del territorio, i Centri per l'Impiego, i Consultori, le ASP e il Privato Sociale e gli Enti pubblici del territorio, gli istituti scolastici e il mondo della scuola in genere. Ma questa di stamani è soltanto una delle tante iniziative con cui l’Amministrazione comunale celebrerà l’8 marzo. 

"Ricordiamo - ha sottolineato l'assessore Valentina Scialfa - che il sindaco Enzo Bianco, condividendo l'iniziativa nazionale del ministro per i Beni Culturali Dario Franceschini, ha disposto che l'8 marzo anche i musei civici di Catania siano gratis per tutte le donne”. Un'iniziativa sostenuta, oltre dall'assessore Licandro, anche da numerosi consiglieri comunali partendo da Ersilia Saverino e Elisabetta Vanin.

Martedì 8 marzo, nella sala Concetto Marchesi del Palazzo della Cultura, si aprirà alle 10 la giornata conclusiva del progetto "Un giardino delle Giuste e dei Giusti in ogni scuola", ideato dalle associazioni Toponomastica femminile e Finsm Catania e patrocinato dal Comune. Un progetto rivolto alle scuole di ogni ordine e grado per promuovere l'idea della condivisione, femminile e maschile, delle battaglie e dell'impegno contro ogni forma di violenza, sopraffazione, discriminazione, guerra. Insomma un contributo, offerto dalle donne e dagli uomini, finalizzato alla costruzione di un mondo migliore con i valori della pace, della libertà e dell’uguaglianza.

Sempre martedì 8 si svolgerà "Tutte(i) insieme appassionatamente", nella sede della più antica libreria della città la libreria “Prampolini”. Nelle antiche sale di via Vittorio Emanuele, dalle 16 alle 20, donne in festa per condividere, riflettere, raccontare e recitare. L'evento, nato da un'iniziativa della consigliera comunale Ersilia Saverino, in condivisione con il regista Camillo Sanguedolce, prevede un "via vai continuo di proposte di coloro che hanno qualcosa da dire, da mostrare, da raccontare, da condividere o anche da fare assaggiare". 

Ed ancora martedì alle ore 18.00, nella Sala delle Armi del Castello Ursino , una rappresentanza femminile del mondo Istituzionale e una del mondo del Volontariato si incontreranno nell'ambito del percorso sinergico intrapreso a favore della Collettività. L'iniziativa, organizzata nel quadro delle attività delle Associazioni aderenti alla Rete Comunale dell'Assessorato al Welfare del Comune di Catania, si articolerà in interventi che declineranno al femminile alcuni peculiari aspetti dell'Area della Sanità e dei Diritti umani a cura delle Associazioni Amnesty International/A.D.A.S./ Angolo Sicilia e Labirinto a Colori. L'evento, tra l'altro, sarà l'occasione per presentare la campagna nazionale “My Body, My Rights” di Amnesty International e vedrà la presenza di: Avv. Enzo Bianco – Sindaco di Catania Dott.ssa Francesca Raciti – Presidente Consiglio Comunale Dott.ssa Guia Federico – Prefetto di Catania On. Luisa Albanella – Commissione Lavoro Camera Deputati On. Concetta Raia – Commissione Attività Produttive e UE A.R.S. On. Valeria Sudano – Commissione Attività UE e Ambiente/Territorio A.R.S. Dott.ssa Valentina Scialfa – Assessore Pari Opportunità Angelo Villari – Assessore “Armonia Sociale e Welfare” Ersilia Saverino - Consigliera comunale che leggerà dei brani Dott.ssa Elena Ragusa – Presidente Commissione Consiliare "Operatrice di Pace-Pari Opportunità” Dott.ssa Maria Costanza Lentini – Commissario Provincia Catania Modera la consigliera comunale Elisabetta Vanin Si avrà anche la presenza significativa della componente femminile del Consiglio Comunale. 

Nei giorni 9, 16 e 23 marzo, poi nel Palazzo dell'Esa si svolgerà un seminario sulla promozione dell'educazione di genere dedicato agli assistenti sociali. Il seminario presieduto dalla prof. Graziella Priulla, è promosso da Anci Sicilia e dall'Associazione ShamOfficine". Mercoledì 9 alle 17 Graziella Priulla e Souadou Lagdaf discuteranno su “La donna tra realtà arabo-islamica e occidentale” nella biblioteca Comunale “Vincenzo Bellini” di via di Sangiuliano, 307 alle ore 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento