Il Maas chiude per la prima volta il bilancio in positivo

Il Cda ha approvato il bilancio di esercizio dell'anno 2014 con un utile ante-imposte che si aggira sui 100 mila euro, che deriva da una partita straordinaria di ricavi relativi al contributo a fondo perduto sul terreno

A quattro anni dall'apertura dei mercati il Mercato Agroalimentari Sicilia (Maas) chiude per la prima volta il bilancio in positivo: il Cda ha infatti approvato il bilancio di esercizio dell'anno 2014 con un utile ante-imposte che si aggira sui 100 mila euro, che deriva da una partita straordinaria di ricavi relativi al contributo a fondo perduto sul terreno. Lo rende noto lo stesso Maas, aggiungendo che la gestione caratteristica e' positiva ed emerge dal margine operativo lordo (mol) che e' positivo per 294 mila euro. Il bilancio ha anche mostrato alcune criticita' di carattere finanziario e il peso dei debiti pregressi per la costruzione dell'opificio.

Tra le azioni intraprese dal Cda "la razionalizzazione dei costi per i servizi comuni, la gestione difficile degli operatori dei mercati ortofrutticolo e ittico, le contestazioni all'impresa costruttrice, la Cmc di Ravenna, e il difficile rapporto con il pool di banche".

Circa i problemi con l'impresa costruttrice il Maas segnala "cattiva esecuzione e/o da vizi occulti dell'opera". Tra i problemi anche "un difficile rapporto con il pool di banche a causa del mancato ri-ammortamento del mutuo pur con il via libera da parte del il Ministero dello Sviluppo economico, a differenza invece della mancata partecipazione delle banche che dal 2012 ancora non si sono espresse".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Maas sottolinea come le due questioni abbiano "di fatto ingessato la gestione del centro agro-alimentare, precludendogli ogni via di sviluppo futuro". Il Maas evidenzia come elementi cardini della nuova progettualita' siano "la multicanalita', l'ottimizzazione della struttura e un ulteriore razionalizzazione dei costi". Dall'analisi economica-finanziaria emerge l'insostenibilita' del costo della struttura, per il quale si rende necessario incrementare i ricavi anche in forza di nuovi investimenti. Tra le ipotesi di investimento anche "l'implementazione di fonti energetiche alternative che consentirebbero la riduzione dei costi, sia per il Maas che per gli operatori, relativi all'energia e ai rifiuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento