menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Teatro Bellini di Catania

Dopo la cerimonia il presidente Mattarella si recherà nell'ospedale San Marco per una visita della nuova struttura accompagnato dal governatore Nello Musumeci, dall'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, e dal rettore Francesco Priolo

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato poco dopo le 10.30, al Teatro Bellini di Catania, per prendere parte alla cerimonia dell'ottantesimo anniversario di fondazione del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Il capo dello Stato è stato accolto da numerosi cittadini ai quali ha rivolto un saluto.

L'arrivo del presidente Mattarella al Teatro Bellini

La cerimonia è nel Teatro 'Vincenzo Bellini' ed è dedicata a Antonino Candido, Matteo Gastaldo e Marco Triches, i tre pompieri che hanno perso la vita lo scorso 5 novembre nella tragica esplosione di Quargnento (Alessandria).

Un ricordo particolare a Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico, i due vigili del fuoco morti in un intervento di soccorso a Catania il 20 marzo 2018.

Partecipano il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, il capo dipartimento, prefetto Salvatore Mulas, e il capo dei vigili del fuoco, Fabio Dattilo.

"Vogliamo festeggiare un compleanno importante, ma un poco in sordina per i tre vigili morti ad Alessandria, perché ci ricordiamo dei due morti a Catania e di quelli morti in Lazio e quello in Puglia. C'è un poco di mestizia, ma il nostro lavoro è questo e va avanti". Ha dichiarato Fabio Dattilo capo dei vigili del fuoco a margine della cerimonia. "Noi non siamo eroi - ha aggiunto rispondendo a una domanda dei giornalisti - lavoriamo semplicemente per la gente. L'eroe è un'altra cosa, noi lo facciamo per mestiere, lavoriamo anche con i volontari, ma cerchiamo di fare bene il nostro mestiere. Se puoi qualcuno ci vuole chiamare così - ha chiosato Dattilo - lo faccia pure, ma noi facciamo soltanto il nostro mestiere".

"Oggi partecipiamo alle celebrazioni degli eroi del nostro tempo, i valorosi vigili del fuoco a cui va la gratitudine delle istituzioni e del popolo italiano, richiamano tutti noi ai doveri, alle responsabilita' per contribuire, ciascuno secondo le proprie possibilita', a fare dell'Italia una grande Nazione", ha dichiarato il sindaco Salvo Pogliese, durante il suo intervento. "Le divise del corpo nazionale dei vigili del fuoco - ha aggiunto Pogliese - sono esempio e monito quotidiano di altruismo e resilienza di fronte alle avversita' e alle disgrazie. In questi giorni, abbiamo ricordato i tre vigili del fuoco di Alessandria rimasti vittime nell'adempimento del loro dovere. A questo dolore nazionale consentitemi di associare il tributo che i pompieri di Catania hanno dovuto lasciare sul campo, la sera del 20 marzo dello scorso anno con la scomparsa di Dario Ambiamonte e Giorgio Grammatico, feriti a morte, mentre lavoravano, nel centro storico della nostra Città".

Dopo la cerimonia il presidente Mattarella si recherà nell'ospedale San Marco per una visita della nuova struttura accompagnato dal governatore Nello Musumeci, dall'assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, e dal rettore Francesco Priolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento