Immigrazione: nave madre bloccata nel Canale di Sicilia, in manette 15 trafficanti

Durante l'operazione, condotta dalla Marina Militare in coordinamento con la DDA Etnea, sono stati tratti in salvo 175 migranti ed arrestati 15 membri dell'equipaggio

Una nave madre che trasportava immigrati per scaricarli su una barca piu' piccola al largo della Sicilia e' stata intercettata la scorsa notte dalla corvetta Fenice della Marina militare. Nel corso dell'operazione  compiuta a sud dell'isola di Capo Passero (SR) sono stati tratti in arresto 15 membri dell'equipaggio e soccorso un natante con a bordo 175 profughi, tra cui 6 bambini.

Lo scafo era stato avvistato da un elicottero durante una ispezione in mare aperto e successivamente i migranti provenienti da Siria, Egitto e Iraq sono stati trasferiti sulla nave militare per ricevere le prime cure. Il personale medico di bordo li ha trovati quasi tutti in buona salute, ad eccezione di un caso di ipotermia.

Contemporaneamente la fregata "Aliseo", in stretto coordinamento con la Direzione distrettuale antimafia di Catania, ha effettuato il sequestro della nave madre e fermato i 15 membri dell'equipaggio. I trafficanti saranno trasferiti al porto di Catania nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento