Immigrati, giunta al Porto la nave con 49 morti e 312 superstiti

Sull'unità novergese, che partecipa alle operazioni dell'agenzia europea Frontex, si trovano anche altri 104 profughi che erano stati soccorsi da un pattugliatore tedesco del dispositivo 'Triton' e poi trasbordati per essere condotti in Sicilia

E' entrata alle 11 nel porto di Catania la nave novegese "Siem Pilot" con a bordo le salme dei 49 immigrati morti soffocati nella stiva di un barcone e i 312 superstiti che il giorno di ferragosto erano stati soccorsi dalla Marina Militare.

LA PROCURA HA APERTO INCHIESTA

Sull'unità novergese, che partecipa alle operazioni dell'agenzia europea Frontex, si trovano anche altri 104 profughi che erano stati soccorsi da un pattugliatore tedesco del dispositivo 'Triton' e poi trasbordati per essere condotti in Sicilia.

Ieri il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ha dichiarato il lutto cittadino per i 49 immigrati morti

I superstiti, se i numeri verranno confermati, sono 312, di cui 45 donne e 3 minori. Sulla morte dei migranti, la procura della Repubblica di Catania ha aperto un'inchiesta. Al porto, inizieranno nei prossimi minuti le operazioni di sbarco e di accoglienza dei migranti. Sono attivi i presidi di assistenza della Croce a Rossa e delle associazioni di volontariato. Porto presidiato da polizia, carabinieri, finanza, e guardia costiera.

"A bordo ci sono dei colleghi che già hanno visto qual e' la situazione, che dal punto di vista sanitario è una situazione estremamente tranquilla". Lo ha detto l'ammiraglio Nunzio Martello. "Il numero esatto dei migranti a bordo è di 413 superstiti e 49 salme - ha aggiunto Martello -. I migranti sono stati recuperati in due distinte operazioni: una con una nave della Marina militare italiana, il 'Cigala Fulgosi' e l'altra con un intervento della Marina militare tedesca". 

"Abbiamo fatto alcune investigazioni e raccolto alcune prove a bordo del barcone e le daremo al governo italiano per le indagini". Lo ha detto parlando con i giornalisti il comandante della Siem Pilot, Lise Dunham, al termine delle operazioni di sbarco dei migranti.

"Tra i sopravvissuti - ha proseguito il comandante della nave, una donna - c'e' qualche problema di salute ma non si tratta di casi gravi, qualche caso di disidratazione e dissenteria". Il comandante della nave norvegese ha fornito qualche dettaglio sul salvataggio. "Abbiamo parlato con alcuni dei sopravvissuti che conoscono l'inglese - ha concluso - e hanno detto di aver compiuto una traversata tranquilla durante la quale hanno dormito. Erano pero' molto tristi per aver perso i loro mariti. A bordo abbiamo dato loro cibo e acqua e abbiamo cercato di farli stare rilassati fino all'arrivo in porto".

Il tradizionale spettacolo pirotecnico per festeggiare la patrona Sant'Agata, previsto per stasera, a Catania, è stato sospeso in segno di rispetto per l'ennesima tragedia nel Mediterraneo e per i migranti giunti nel porto del capoluogo etneo. Ne dà notizia Francesco Marano, presidente del Comitato per la Festa di Sant'Agata, sentiti l'arcivescovo Salvatore Gristina e il sindaco Enzo Bianco, interpretando, spiega, "il sentimento di dolore della Città e in segno di rispetto per i 49 morti le cui salme sbarcheranno durante la giornata". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento