rotate-mobile
Cronaca

Immigrazione clandestina, lavorava come domestico ma era senza permesso di soggiorno

L'uomo, come accertato dagli agenti, lavorava in qualità di domestico alle dipendenze di un titolare di un B&B del centro città

Controllo del territorio da parte della polizia in piazza San Placido. Identificate due persone a bordo di un'autovettura. A seguito degli accertamenti effettuati, è stato verificato che il passeggero, di nazionalità bengalese, era sprovvisto di permesso di soggiorno nonché destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di Catania.

L'uomo, come accertato dagli agenti, lavorava in qualità di domestico alle dipendenze del conducente dell’autovettura, P.M., titolare di un B&B del centro città. Il titolare è stato denunciato in stato di libertà perché ritenuto responsabile di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e impiego di lavoratori extracomunitari irregolari.

Elevata una sanzione amministrativa di 320 euro per non aver comunicato alle autorità, entro le 48 ore, l’ospitalità fornita a cittadino straniero. D’intesa con l’ufficio Immigrazione, sono state avviate le procedure finalizzate al rilascio del nulla osta all’espulsione da parte della competente Autorità giudiziaria.

Sempre nella giornata di ieri, personale del commissariato “Centrale”, durante un servizio finalizzato al controllo di persone sottoposte ad obblighi, ha identificato 47 persone. A conclusione di tale attività è stato denunciato un cittadino etiope M.S. del 1990 il quale, benché sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora concessogli dalla Corte d’Assise di Palermo per associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e false attestazioni sull’identità personale, è risultato assente al domicilio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Immigrazione clandestina, lavorava come domestico ma era senza permesso di soggiorno

CataniaToday è in caricamento