menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Numeri immigrazione, Catania tra le città della Sicilia con il maggior numero di stranieri

"La Sicilia sta accogliendo 16.500 persone, 260 ogni 100 mila abitanti, contrariamente al Veneto e alla Lombardia, che ne stanno accogliendo 60 ogni 100 mila abitanti. L'Isola ne accoglie almeno quattro volte in più rispetto ad altre regioni italiane". Sono i numeri sviscerati nel Rapporto Immigrazione 2014 realizzato da Caritas e Migrantes

"La Sicilia sta accogliendo 16.500 persone, 260 ogni 100 mila abitanti, contrariamente al Veneto e alla Lombardia, che ne stanno accogliendo 60 ogni 100 mila abitanti. L'Isola ne accoglie almeno quattro volte in più rispetto ad altre regioni italiane". Sono i numeri sviscerati dal direttore generale della Fondazione Migrantes Mons. Gian Carlo Perego a margine della presentazione regionale del XXIV Rapporto Immigrazione 2014 realizzato da Caritas e Migrantes.

"L'Italia paga la mancanza di un piano di accoglienza per chi chiede protezione internazionale - protezione sussidiaria, asilo e protezione umanitaria - non previsto dalla legge Bossi-Fini: una carenza che ha prodotto solo emergenza e malaffare". Questi i dati sugli stranieri residenti in Sicilia, regione tra quelle meridionali, dopo la Campania, con la maggiore quota nazionale di stranieri sulla popolazione (3,3%). Sull'Isola rispetto all'anno scorso è aumentato il numero degli stranieri residenti: da circa 140mila sono salite a 162.408 le presenze rilevate al 1 gennaio 2104, cifra che corrisponde al 3,2% della popolazione regionale, ovvero al 31,7% del loro totale presente nelle regioni del Sud. Catania con il 18% si conferma tra le città con la maggiore concentrazione di cittadini stranieri. Rimane stabile la presenza delle donne che si attesta al 50,3% , e si diversificano le nazionalita' visto che oltre alla storica presenza dei tunisini (17.876), aumenta il numero di romeni (48.014), marocchini (14.398), e cingalesi (13.554).

L'incidenza della forza lavoro di cittadini stranieri nel 2014 rappresenta il 5,4% del totale regionale degli occupati (70.823 lavoratori) stando alle fonti Istat. E provengono da Romania (32,5%) Tunisia (11,7%) Sri Lanka (8,4%) e Marocco (8,1%). Quanto alle rimesse, strumento importante per la cooperazione dello sviluppo, sono in calo del 21%, dato che rivela "la precarieta' e della disoccupazione in cui versano i cittadini stranieri della Sicilia".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

  • Cronaca

    Smantellate piazze di spaccio tra Ragusa, Catania ed Agrigento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento