Impianti pubblicitari a Catania, entro ottobre pronto nuovo regolamento

Conferenza a Palazzo degli Elefanti sulla caotica situazione che attualmente vige nel mercato della pubblicità esterna catanese "Serve un piano generale- spiega Tomarchio, presidente della commissione ai Tributi - per evitare che le imprese vengano ancora penalizzate con conseguente perdita di posti di lavoro"

A Palazzo degli Elefanti si è tenuto un importante incontro tra il presidente della commissione comunale ai Tributi Salvatore Tomarchio e l’assessore al ramo Girlando, il dottor Vinci, il direttore dell’A.a.p.i (Associazione Aziende Pubblicitarie Italiane) Franco Meroni e tanti imprenditori catanesi del settore. Al centro dei riflettori l'intricato nodo degli impianti pubblicitari.

"Serve un piano generale- spiega Tomarchio- per evitare che le imprese vengano ancora penalizzate con conseguente perdita di posti di lavoro, almeno 40 quelli andati in fumo nelle imprese di settore, e una ulteriore crisi che l’intera città non si può permettere di affrontare”. "Inoltre il comune - aggiunge - perde ogni anno risorse economiche a causa dei mancati incassi sui cartelloni pubblicitari"

I commercianti catanesi chiedono risposte chiare e precise all’interno della caotica situazione che attualmente vige nel mercato della pubblicità esterna catanese. Nel corso della conferenza dei servizi si sono stabilite modalità e tempistiche certe con il preciso intento, da parte della commissione ai Tributi, di esaminare la nuova bozza di regolamento ad ottobre. Tutte le disposizioni e norme verranno portate in consiglio comunale entro la fine di quest’anno. “Parliamo di un settore molto complesso dove, da parte di tutti gli addetti ai lavori, diventa basilare avere idee precise per trovare quella soluzione che possa accontentare tutti- spiega il presidente della commissione comunale ai Tributi Salvatore Tomarchio- bisogna evitare di ripetere gli errori del passato e, con le proposte ed i suggerimenti di tutte le ditte presenti oggi, siamo sicuri di creare una forte sinergia tra gli addetti ai lavori del mercato della pubblicità esterna catanese"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento