Impiegato di Camporotondo picchia la moglie davanti al figlio di 4 anni

La donna, terrorizzata, ha preso il bambino ed è fuggita di casa trovando rifugio da una vicina che ha chiesto aiuto al 112

I carabinieri di Gravina di Catania hanno arrestato un impiegato di 41 anni per maltrattamenti in famiglia. Una gelosia morbosa che nel corso degli ultimi due anni si era trasformata in ossessione,lo ha spinto ad inveire contro la moglie e picchiarla, mettendole le mani al collo. La donna, terrorizzata, ha preso il bambino ed è fuggita di casa trovando rifugio da una vicina che ha chiesto aiuto al 112.

Sul posto sono giunti immediatamente i militari di pattuglia i quali, accedendo nell’immobile, hanno potuto bloccare ed ammanettare l’aggressore ancora in evidente stato d’agitazione. L’arrestato, inizialmente condotto presso il carcere di Piazza Lanza, dopo la convalida da parte del gip del tribunale etneo, è stato scarcerato ma sottoposto all’obbligo di allontanamento dalla residenza familiare, del divieto di avvicinamento alla mogliee di comunicare con lei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento