rotate-mobile
Cronaca

In carcere affiliato del clan “Cappello-Bonaccorsi”: era ricoverato in regime di Tso

Già ritenuto dagli inquirenti aderente al clan mafioso dei “Cappello-Bonaccorsi” è stato condannato dai giudici etnei ad anni 10, mesi 6 e giorni 10 di reclusione per i reati di estorsione, rapina, furto ed evasione, commessi tra il 2002 e il 2008 nella provincia etnea

I carabinieri della tazione di Aci Sant’Antonio hanno arrestato il 37enne Attilio Bellia, di Catania, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale etneo. L’uomo è stato arrestato ieri pomeriggio all’Ospedale Garibaldi di Nesima, dove una quindicina di giorni fa era stato ricoverato in regime di Tso per aver picchiato un ospite della comunità alloggio “Villa Sant’Antonio”, ubicata nell’omonimo comune, dov’era stato relegato agli arresti domiciliari.

Già ritenuto dagli inquirenti aderente al clan mafioso dei “Cappello-Bonaccorsi” è stato condannato dai giudici etnei ad anni 10, mesi 6 e giorni 10 di reclusione per i reati di estorsione, rapina, furto ed evasione, commessi tra il 2002 e il 2008 nella provincia etnea. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Catania Bicocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere affiliato del clan “Cappello-Bonaccorsi”: era ricoverato in regime di Tso

CataniaToday è in caricamento