In memoria dei martiri delle Foibe, “Gravina Ricorda”

Anche quest’anno la Consulta giovanile in collaborazione con il Comitato provinciale 10 Febbraio organizza la manifestazione dal titolo “Gravina Ricorda”

Anche quest’anno la Consulta giovanile in collaborazione con il Comitato provinciale 10 Febbraio organizza la manifestazione dal titolo “Gravina Ricorda”. Durante tale momento avverrà la deposizione di una corona di fiori dinanzi al monumento dei caduti della seconda guerra mondiale in memoria dei martiri delle Foibe e gli esuli Istriani e Dalmati.

"Siamo ormai giunti alla quarta edizione di quest’importante appuntamento - dichiara  il presidente della Consulta giovanile Paolo Kory - Sono felice di constatare che sta ormai diventando un evento fisso anno dopo anno. Tutto ciò mi inorgoglisce sia per il fatto che da sempre mi sono fatto promotore per il ricordo, tra i miei colleghi ed amici, di tali eccidi che ho avuto il piacere di portare anche sul Comune dove abito e sia per la presenza sempre più cospicua di giovani a testimonianza del fatto che non si può rimanere 'sordi ed inermi' di fronte a tali eventi".

"Ho aderito con entusiasmo alla manifestazione, ritenendo molto legittima la richiesta e la volontà di portare tali eventi in tutti i Comuni e nelle scuole per far conoscere sempre di più tali tragici avvenimenti riguardanti italiani per troppo tempo dimenticati. Ricordo altresì che lo stesso giorno dalle 18:00 a Catania si svolgerà la fiaccolata con partenza dalla Villa Bellini (di fronte Savia) che culminerà in piazza Università in memoria dei martiri delle Foibe e dell’esodo Istriano – Dalmata", conclude il presidente provinciale del Comitato 10 febbraio Luigi Provini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento